Negozi, bar e ristoranti, spiagge, cinema e teatri: tutte le regole per ripartire

di Simone Canettieri
Negozibar e ristoranti. E poi spiagge, cinema e teatri, e musei: da lunedì 18 maggio ci sarà il via libera del governo alle Regioni seppur con una serie di restrizioni: «Se il contagio sale metteremo in campo restrizioni selettive», dice il premier Conte ai governatori. Ecco tutte le regole per ripartire.

Riaperture bar, negozi, parrucchieri: dal 18 decidono le Regioni ma il governo potrà bloccarle

Fase 2. Quattro metri quadri per ogni cliente e menù digitali: regole per ristoranti



 

Le regole



 

Negozi



Mai incroci tra clienti
Nei negozi piccoli, sotto i 25 metri quadrati è consentito l’ingresso a una persona alla volta. Se la porta è unica, il titolare dovrà sempre evitare che i clienti si incrocino. Se ci sono più porte saranno differenziati l’ingresso e l’uscita dal negozio. Per quanto riguarda i negozi di vestiti chi prova un capo dovrà sempre indossare mascherina e guanti. La sanificazione dei negozi è obbligatoria ogni giorno per garantire igiene rigorosa degli ambienti (effettuata con i prodotti idonei). Obbligo di informazione diffusa sui comportamenti da adottare

 

Bar e ristoranti



Quattro metri tra gli avventori
Andare al ristorante in sicurezza richiederà misure straordinarie da parte sia dei gestori che dei clienti. Tanto per cominciare tra ogni tavolo dovrà esserci una distanza minima di quattro metri, ma c’è chi ipotizza che alla fine saranno due. Tutti i clienti dovranno indossare la mascherina per andare in bagno o alla cassa, o comunque per fare qualsiasi cosa diversa dal mangiare seduti al proprio posto. Obbligatoria anche la presenza di gel disinfettanti sui tavoli e vietato l’uso del menù, che potrebbe diventare un veicolo di contagio.

 

Musei



Ingressi per fasce orarie
Ingressi contingentati per fasce orarie e numeri di persone. Obbligo di mascherine per il pubblico durante tutta la visita e per i lavoratori. Ingressi limitati ai bookshop, utilizzo della segnaletica per far rispettare le distanze di almeno un metro nelle sale, presso la biglietteria e gli sportelli informazioni. Percorsi a senso unico, e garanzia del distanziamento sociale anche nei servizi igienici. Sconsigliati touch screen, pagamenti in contanti, file alle biglietterie, audioguide. Sì a materiale digitale in sostituzione del cartaceo.

 

Parrucchieri



Prenotazione obbligatoria
Anche per barbieri e parrucchieri, oltre a tutti i dispositivi di sicurezza previsti (mascherina, guanti, visiere) resta valida la regola di un solo cliente alla volta. Possibile fare entrare più clienti soltanto se l’ampiezza del negozio e le postazioni di lavoro si trovano alla distanza necessaria. Nessun cliente dovrà aspettare il proprio turno all’interno, anche per questo la prenotazione del servizio sarà obbligatoria. Le stesse regole valgono anche per le attività dei centri estetici.

 

Spiagge



3,5 metri tra gli ombrelloni
Meno ombrelloni e distanziamento. Queste le regole base per la riapertura degli stabilimenti balneari. Ci saranno dispenser di gel igienizzanti nelle zone di passaggio. La distanza tra gli ombrelloni dovrebbe essere di 3 metri mezzo. Dovranno essere sanificati tutti gli spazi comuni come docce e bar. Saranno previsti ingressi e uscite distinti, con percorsi prestabiliti per limitare al massimo i contatti tra gli individui. C’è anche chi pensa a un braccialetto per tutti i bagnanti,

 

Cinema e teatri



Al via a giugno, posti preassegnati
Per teatri, cinema e arene ci sarà il divieto di consumare cibo e bevande. Rigido il distanziamento: in sala le persone dovranno sedersi ad almeno un metro di distanza, con posti seduti, preassegnati e inamovibili. Ci sarà il numero chiuso. Obbligatorie le mascherine per il pubblico in platea. Per i teatri quest’obbligo sarà esteso anche sul palcoscenico e dietro le quinte. Le misure di sicurezza riguarderanno anche gli artisti che vanno in scena. Fino a 200 persone per i teatri al chiuso e fino a 1000 persone per gli spazi all’aperto.

 
 
 
 
 

Ultimo aggiornamento: Martedì 12 Maggio 2020, 07:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA