Ponte sullo Stretto, Procura di Roma apre un'inchiesta. La Lega: «La sinistra nemica di lavoro e sviluppo»

Il fascicolo dopo un esposto presentato dal deputato di Avs, Angelo Bonelli, dalla segretaria del Pd, Elly Schlein e da Nicola Fratoianni, segretario di Sinistra Italia

Ponte sullo Stretto, Procura di Roma apre un'inchiesta. La Lega: «La sinistra nemica di lavoro e sviluppo»

Un fascicolo di indagine, senza ipotesi di reato e indagati, è stato aperto dalla Procura di Roma dopo un esposto presentato dal deputato di Avs, Angelo Bonelli, dalla segretaria del Pd, Elly Schlein e da Nicola Fratoianni, segretario di Sinistra Italia, in relazione al progetto sul Ponte dello Stretto di Messina.

Il Ponte sullo Stretto, ecco come sarà

La denuncia di 9 pagine era stata depositata a piazzale Clodio il primo febbraio e riguarda «l'attività di progettazione e realizzazione» della infrastruttura.

L'esposto sul progetto

Nell'esposto che riguarda «l'attività di progettazione e realizzazione» del ponte sullo stretto i parlamentari chiedono ai pm di chiarire perché Società Stretto di Messina S.p.A. (SdM SpA) «ha ritenuto di non rendere pubblici documenti fondamentali per l'entità del progetto e le procedure». In particolare nell'atto finito all'attenzione dei pm si afferma che la società SdM SpA «ha opposto più volte diniego alle richieste di fornire» ai denuncianti «sia la relazione di aggiornamento al progetto, che l'atto negoziale, nonostante un componente del comitato scientifico avesse pubblicamente affermato di aver reso pubblica la suddetta relazione».

Per i parlamentari il rifiuto «della SdM SpA, che con il Decreto viene costituita quale società in house, di consegnare documenti espressamente previsti dal decreto impedisce di esercitare un diritto ed un'azione di controllo e verifica. La SdM SpA si è rifiutata di consegnare l'atto negoziale che consentirebbe di verificare in quanto tempo la società Webuild ha raggiornato un progetto complesso, vecchio di 12 anni».

La posizione della Lega

«Il Pd e la sinistra sono contro le opere pubbliche, il lavoro e lo sviluppo del Paese. Si dimostrano nemici dell'Italia. Le loro minacce non ci fermeranno. Continuiamo a lavorare per sbloccare e completare tutte le opere ferme da troppo tempo». Lo riferiscono fonti della Lega a commento della notizia sull'apertura di un'inchiesta a Roma dopo un esposto presentato da Bonelli, Schlein e Fratoianni sul ponte sullo Stretto.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 21 Febbraio 2024, 12:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA