Super green pass, l'idea di Brunetta per evitare la quarta ondata: ecco come funzionerà

Negli ospedale ricoverate intere famiglie no vax

Video
di

«La strada è un super Green pass responsabile e condiviso, per non far pagare a tutti l'egoismo di alcuni»: questa la soluzione proposta da Renato Brunetta, il ministro per la Pubblica Amministrazione, a fronte dell'allerta sottolineata dall'Azienda ospedaliera di Padova che riporta come intere famiglie no vax siano state ricoverate.

 

Leggi anche - «Vaccini, terze dosi a rilento: a Natale rischio 30mila casi al giorno»: l'allarme di Pregliasco

 

«Se gli indicatori ospedalieri dovessero peggiorare - continua Brunetta -, penso sia il caso di rafforzare il Green pass escludendo i non vaccinati da alcune attività sociali».

 

«L'economia va bene e la vaccinazione va bene. Perché rischiare nuovi lockdown a causa dei no vax?». Lo afferma il ministro della Pubblica amministrazione, Renato Brunetta, in un'intervista al «Corriere della Sera. »Imponendo il green pass a tutto il mondo del lavoro abbiamo fatto la più grande strategia di politica economica (...) Non si tratta di cambiare strategia, ma di rafforzarla per non dover richiudere«, spiega il ministro. Stiamo andando verso l'obbligo vaccinale? »La decisione non mi sembra questa, con uno zoccolo duro di irriducibili del 10% l'obbligo non risolve nulla. Che fai, gli applichi il trattamento sanitario obbligatorio? La strada è un super green pass responsabile e condiviso, per non far pagare a tutti l'egoismo di alcuni«. »Se ci saranno cambi di colore - prosegue Brunetta - perché devono pagare tutti gli italiani vaccinati, per colpa dello zoccolo duro dei no vax, estrema minoranza, sempre più invisa? Se gli indicatori ospedalieri dovessero peggiorare, penso sia il caso di rafforzare il green pass escludendo i non vaccinati da alcune attività sociali«.


Ultimo aggiornamento: Sabato 20 Novembre 2021, 11:14
© RIPRODUZIONE RISERVATA