«Non sparate a salve, sparate a Salvini»: la scritta choc a Parma. E lui ribatte: «Mi fanno pena»

«Non sparate a salve, sparate a Salvini»: la scritta choc a Parma. E lui ribatte: «Mi fanno pena»

Una scritta choc è comparsa ieri su un muro universitario in centro a Parma, in via d'Azeglio, cuore del quartiere multietnico Oltretorrente. La scritta recitava: «Non sparate a salve, sparate a Salvini». Scritta che ha subito scatenato la reazione del leader leghista, che non ha esitato a rispondere sui suoi profili social: «Mi fanno pena, io non ho paura. Andiamo avanti #primagliitaliani», ha scritto il ministro dell'Interno.

Salvini da Mattarella: «Senza fondi, Lega paralizzata». Il nodo della sentenza e i 49 milioni



Salvini ha incassato subito la solidarietà da parte del Partito democratico: «Solidarietà a Matteo Salvini per le scritte minacciose comparse a Parma», ha commentato Emanuele Fiano, della presidenza del gruppo Pd della Camera. «Da parte nostra nessuna violenza - ha aggiunto - nessuna minaccia troverà mai appoggio. Combattiamo la politica di Salvini con la forza delle nostre idee. No alla violenza». 

 

Mercoledì 11 Luglio 2018 - Ultimo aggiornamento: 16:27
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME