Salvini su Fabio Volo e Fedez: «Due milionari di sinistra, mentre loro facevano soldi io combattevo la mafia a colpi di ruspa» VIDEO

video
di Simone Pierini

Matteo Salvini risponde agli attacchi di Fabio Volo e Fedez definendoli «due milionari di sinistra». Il leader della Lega si è espresso così durante l'intervista a Dritto e Rovescio in onda su Rete 4. Fabio Volo e Fedez si erano scagliati contro l'ex ministro dell'Interno in seguito al gesto di Salvini di citofonare a casa di una famiglia di origine tunisina colpevole, secondo Salvini, di spacciare droga nel quartiere Pilastro a Bologna.

Leggi anche > Fabio Volo in diretta: «Vai a citofonare ai camorristi se hai le palle str***o senza palle»​

Leggi anche > Fedez: «Più che un giustiziere, sembrava un Testimone di Geova»​

«Mentre Fedez e Volo facevano i soldi, giustamente, scrivendo libri o canzoni - dice il leader della Lega -  io in un anno da ministro ho contribuito alla confisca di 7 miliardi di euro di ville e macchine alla mafia, camorra e 'ndrangheta e ho dato il primo colpo di ruspa a una villa confiscata ai Casamonica. Lezioni di antimafia da questi due milionari di sinistra non ne prendo»
 

 
 

Fabio Volo, bacchettato da Linus, aveva parlato così di Salvini durante la sua trasmissione Il Volo del Mattino in onda su Radio Deejay: «Vai a suonare ai camorristi se hai le palle str***o, non da un povero tunisino che lo metti in difficoltà str***o, sei solo uno str***o senza palle. Fallo con i forti lo splendido, non con i deboli». Fedez invece attraverso Instagram lo aveva schernito: «Il buon Matteo forse voleva vestire i panni del giustiziere, mi è sembrato più un testimone di Geova mancato».


Ultimo aggiornamento: Giovedì 23 Gennaio 2020, 22:42
© RIPRODUZIONE RISERVATA