Salvini: «Niente Ius soli, ma spero di incontrare presto Ramy»

Salvini: «Niente Ius soli, ma spero di incontrare presto Ramy»

«La cittadinanza è una cosa seria e arriva alla fine di un percorso di integrazione, non è un biglietto per il Luna Park. Ius soli? Non se ne parla. L'Italia è già oggi il Paese che concede più cittadinanze ogni anno, non serve una nuova legge. In singoli casi eccezionali si può concedere anche prima del tempo, ma la legge non cambierà. Ramy? Stiamo proseguendo con tutte le verifiche del caso, spero di incontrarlo presto e ringraziarlo per il suo coraggio». Lo dice il ministro dell'Interno Matteo Salvini.

Dopo la battuta in giornata del ministro dell'Interno Matteo Salvini, assolutamente contrario a rivedere la legge sulla cittadinanza ( Ramy "si faccia eleggere" se vuole cambiarla, aveva detto), il sindaco di Milano Giuseppe Sala ha commentato che il vicepremier «sfugge al dibattito», mentre «è giusto che ne parli il Parlamento» perché «certamente c'è un tema di tanti ragazzi che sono nati in Italia e vivono la nostra cultura».

A Rami, che ha lanciato l'allarme sul dirottamento, è arrivato un invito a vedere una partita della Juventus dal suo idolo calcistico Paulo Dybala, con un messaggio audio sul telefono del papà, grazie all'interessamento del sottosegretario Simone Valente, che andrà con lui allo stadio.

Domenica 24 Marzo 2019, 18:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA