Rocco Casalino: «Candidarmi? Ci sto pensando. Mi ero ritirato a causa del Grande Fratello»

Rocco Casalino: «Candidarmi? Ci sto pensando. Mi ero ritirato a causa del Grande Fratello»

«Candidarmi? Non lo so, ci sto pensando», sono le parole di Rocco Casalino, il portavoce dell'ex presidente del Consiglio Giuseppe Conte, nello studio di Porta a Porta. «Se non sono parlamentare è perché io ero candidato e mi sono ritirato, perché gli attacchi erano feroci per il mio passato televisivo al Grande Fratello», ha aggiunto Casalino ricordando la sua esperienza nel reality più di vent'anni fa.

 

Leggi anche > Governo, Mario Draghi in Senato: «Tornare alla didattica in presenza e recuperare le ore perse»

 

Rocco Casalino ospite di Porta a Porta

Poi sull’ex premier e sulla possibilità che possa guidare una coalizione formata da M5S, PD e LEU, ha affermato: «Forse è un’idea che ha lui e che può avere la coalizione, ma io ho dei dubbi. Mi auguro di vederlo a capo del Movimento. Conte ha portato credibilità all’Italia in Europa, ha portato i 209 miliardi, lo definisco uno statista straordinario, il Paese ci perde se torna a fare il professore. Io glielo dico tutti i giorni. Sono passati pochi giorni da quando è uscito da Palazzo Chigi, ci vorrà del tempo per elaborare la cosa, ma va chiesto a lui, non sono più il suo portavoce».

 

Rocco Casalino, le dichiarazioni

Per Casalino, inoltre, «il centrosinistra ha ancora un gap con il centrodestra di 7/8 punti. Per recuperare quel gap non credo che la figura di Conte alla Prodi come federatore possa portare così tanti voti. Lo vedo più come leader di una lista o a capo del movimento. A capo del movimento potrebbe portare quel +10% per fare la differenza».


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 17 Febbraio 2021, 12:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA