Crisi di governo, Sangiuliano (Tg2): «Possibili tre scenari, fiducia in Mattarella»
di Mario Fabbroni

Crisi di governo, Sangiuliano (Tg2): «Possibili tre scenari, fiducia in Mattarella»

Gennaro Sangiuliano, direttore del Tg2: quanti sono gli scenari anti crisi?
«Tre. Ma non certo le elezioni. Date le peculiarità storiche del ceto politico, è evidente che c’è un numero rilevante di parlamentari che teme di non essere più rieletto».

 


Avremo un Conte ter?
«Mah, la maggioranza mi sembra asfittica».

 


Allora è favorito un altro premier?
«È una buona ipotesi ma a patto che si tratti di un profilo istituzionale: come Gentiloni, Franceschini, anche Di Maio».

 


Non è che alla fine si farà il governo di salvezza nazionale? 
«Si parla di Cottarelli come possibile guida tecnica. E c’è sempre il nome magico di Draghi». 

 


La crisi economica però non ha bisogno di un governo galleggiante.
«Infatti. Non si è capito che la Ue lega l’utilizzo dei 209 miliardi del Recovery alla realizzazione di riforme profonde: giustizia, scuola, digitalizzazione, burocrazia». 

 


Giorni difficili per Mattarella...
«Equilibrio e rigore istituzionale, Mattarella è uno dei migliori Presidenti della Repubblica. Non darà mai l’ok a un governo troppo debole».

 


Renzi è in gioco?
«Con un premier diverso da Conte, molti sono in gioco».


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 27 Gennaio 2021, 08:46
© RIPRODUZIONE RISERVATA