Pensioni, è scontro Draghi-sindacati. Ok solo per Ape social e opzione donna
di Alessandra Severini

Pensioni, è scontro Draghi-sindacati. Ok solo per Ape social e opzione donna

Quota 100 addio. Il premier lascia il tavolo prima della fine dei lavori. Landini (Cgil): "Pronti a mobilitazioni"

Strada in salita per la legge di bilancio 2022. L’incontro fra governo e i sindacati sulla manovra «non è andato bene», riassume il segretario della Uil Pierpaolo Bombardieri. La distanza fra le parti riguarda soprattutto il tema pensioni. Il governo si è detto disponibile a prorogare Opzione Donna ed eventualmente estendere ad altre categorie di lavori gravosi l’Ape social, mentre sul meccanismo che dovrebbe sostituire quota 100 manca un’intesa. Il ritorno alla riforma Fornero vede le organizzazioni dei lavoratori alzare le barricate: «Se questa è la strada noi non ci stiamo. Valuteremo le iniziative da prendere». ll governo insiste invece sulla proposta di un meccanismo graduale di ritorno alla legge ordinaria con Quota 102 o Quota 104 per uno o due anni. Ma non è sola la riforma previdenziale a dividere governo e sindacati. Altri elementi di insoddisfazione li elenca il segretario generale della Cisl Luigi Sbarra: «Sono largamente insufficienti le risorse programmate per finanziare una vera grande riforma degli ammortizzatori sociali».

 

 

 

Nuovi incontri per ora non sono fissati. E il segretario generale della Cgil Maurizio Landini avverte: «Siamo pronti al confronto. Se non ci sarà decideremo con Cisl e Uil le iniziative di mobilitazione più adatte». Sulla riduzione delle tasse il governo si limiterà a stanziare un fondo da 8 miliardi. Sarà poi il Parlamento a decidere come utilizzare le risorse. Draghi e il ministro Franco, appoggiati dal Pd, vorrebbero destinare la quasi totalità delle risorse a tagliare il cuneo fiscale per i lavoratori. Il centrodestra e il mondo imprenditoriale chiedono di agire anche a favore delle aziende. Così può darsi che due terzi delle risorse vadano ai lavoratori e un terzo alle imprese. La manovra si occuperà anche del Reddito di cittadinanza: verrà prorogato ma con alcune modifiche. Il cashback invece sembra destinato a saltare. Il super bonus 110% dovrebbe essere prorogato anche per le villette oltre che per i condomini, ma con un limite di reddito Isee.

 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 27 Ottobre 2021, 07:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA