Palermo, Salvini contro Orlando: «Pensa solo ai migranti e dimentica i cittadini». Il tweet divide il web
di Enrico Chillè

Palermo, Salvini contro Orlando: «Pensa solo ai migranti e dimentica i cittadini». Il tweet divide il web

A poche ore dalla tragedia di Palermo, colpita da un'impressionante bomba d'acqua che ha causato due dispersi, alcuni feriti e danni incalcolabili alla città, Matteo Salvini attacca il sindaco Leoluca Orlando. «A furia di pensare solo agli immigrati, il sindaco Orlando dimentica i cittadini di Palermo: basta un temporale e la città finisce sott’acqua», il tweet del leader della Lega.

Leggi anche > Palermo, bomba d'acqua choc. Giallo sui dispersi: «Nessun cadavere nell'auto sommersa»

L'attacco social di Matteo Salvini al sindaco di Palermo ha generato centinaia e centinaia di reazioni tra gli utenti, divisi tra chi è d'accordo con il leader leghista e chi invece lo accusa di voler speculare politicamente sulla sofferenza di un'intera città.
 

Sotto il tweet di Matteo Salvini, infatti, sono spuntate decine di commenti negativi, tra cui utenti comuni, esponenti politici e anche personaggi molto noti. Il musicista siciliano Roy Paci, ad esempio, non le manda a dire al leader della Lega: «Ho sempre ritenuto superfluo commentare qualsiasi suo post ma di fronte alla morte di due miei concittadini per questa immane tragedia le dico semplicemente una cosa: lei è un turpe e miserabile sciacallo. Spero che le nostre lacrime diventino per lei gocce della tortura cinese».
 

In poche ore, dopo il tweet di Matteo Salvini su quanto accaduto a Palermo, su Twitter è diventato trending topic l'hashtag #SalviniSciacallo. In molti, rispondendo al tweet di Salvini, hanno ricordato altre tragedie simili accadute in città e regioni amministrate proprio dalla Lega all'interno di coalizioni di centro-destra, così come è stato sottolineato come il nubifragio su Palermo si sia rivelato inaspettato nella sua intensità, dal momento che la Regione Sicilia aveva diramato l'allerta meteo gialla sul capoluogo.
 

I commenti contro Matteo Salvini sono durissimi e non mancano gli insulti. Tra i più feroci ci sono anche 'rivali' molto noti del leader della Lega, come Chef Rubio e la deputata di Italia Viva, Anna Rita Leonardi. «Tu sei la vergogna del genere umano: in rete rimane tutto e i tuoi figli prima o poi vedranno come ti sei comportato col prossimo e allora rimarrai solo», il tweet di Chef Rubio. L'esponente di Iv, invece, ha risposto così a Salvini: «Ogni volta che scrivi qualcosa penso: "ecco, ha raggiunto il massimo dello schifo, non può peggiorare". Ed invece tu, ogni volta, raschi il fondo del letame e ne tiri fuori sempre di più. Sei disgustoso».
 

Il tweet di Matteo Salvini ha generato polemiche a non finire, dividendo gli utenti. Non mancano infatti dimostrazioni di appoggio al leader della Lega, tra cui l'eurodeputata Francesca Donato, che sui social ha scritto: «DISASTRO oggi a Palermo! Una pioggia torrenziale ha battuto la città per qualche ora e questo è ciò che accade nella nostra città, grazie all’indifferenza verso il problema (scene già viste più volte in passato) del sindaco Orlando!».
 
 

Anche vari sostenitori leghisti non hanno mancato di attaccare il sindaco di Palermo, noto per essere favorevole all'accoglienza dei migranti. «Attaccano Matteo Salvini perché ha detto la verità: Leoluca Orlando si è preoccupato più dei migranti che dei problemi dei cittadini» - si legge in diversi tweet - «Se l'Italia non mantenesse questi approfittatori che vengono a farsi mantenere da noi, gli italiani avrebbero più servizi e manutenzione alle nostre città. Basta difendere 'sti vagabondi, se vengono nelle vostre case a rubare e stuprare, come già fatto, cosa direste?».
 

I tweet contro Leoluca Orlando e a favore di Matteo Salvini non finiscono qui. Un utente, ad esempio, ha twittato: «La gente nuota per salvarsi, ma Orlando che si è battuto tanto contro i decreti sicurezza dichiarando "Sono fuori legge!", a questo punto sembra fuori legge pulire anche i tombini? Dalle immagini sembrerebbe di sì, una situazione vergognosa, senza parole, nel 2020». Altri utenti non risparmiano duri attacchi al sindaco di Palermo: «È troppo impegnato a fare arrivare i clandestini. Li vuole tutti in Sicilia. Non può pensare anche ai vostri problemi».
 
 

Anche Manlio Di Stefano, deputato palermitano del M5S e sottosegretario agli Esteri dei governi Conte I e Conte II, si è mostrato critico nei confronti di Leoluca Orlando: «Del politicamente corretto non me ne frega nulla, se una città si allaga come Palermo oggi, seppur per una bomba d'acqua, la responsabilità dei morti è di chi non fa manutenzione da decenni. Il sindaco ci sa dire quando ha pulito le caditoie di Viale Regione Siciliana? Schifo». Un tweet che ha generato non poche polemiche, con gli utenti che hanno risposto così a Manlio Di Stefano: «Dovreste fare gli stessi ragionamenti anche per ciò che accade a Roma con la vostra Virginia Raggi, e non date la colpa alle amministrazioni precedenti, siete al Campidoglio da quattro anni ormai».
 

Tra gli attacchi a Leoluca Orlando che arrivano dalla politica c'è anche quello di Roberto Fiore, leader di Forza Nuova: «Profondo cordoglio per le vittime del nubifragio abbattutosi su Palermo, indignazione fortissima per l'inettitudine colpevole di un sindaco arcobaleno che mai ha fatto l'interesse della città e dei suoi cittadini».
 

C'è anche chi ironizza così, con un'uscita forse fuori luogo: «Il povero sindaco lavora per i propri interessi, più Palermo si allaga e più le ong hanno acqua per arrivare al centro città». E ancora: «I buonisti riescono ad avercela con Salvini, che ha detto solo la verità, anche in occasioni tragiche. Palermo, si è ridotta così perché è amministrata malissimo da un sindaco che pensa solo a travestirsi da musulmano. Una preghiera per le vittime».
 
 
Ultimo aggiornamento: Giovedì 16 Luglio 2020, 12:07
© RIPRODUZIONE RISERVATA