Diciotti, Mattarella sblocca sbarco. Salvini: «Lavorerò finché qualcuno non venga assicurato alla giustizia»

Diciotti, Mattarella sblocca sbarco. Salvini: «Lavorerò finché qualcuno non venga assicurato alla giustizia»

«Andrò fino in fondo finché qualcuno non venga assicurato alla giustizia». Lo dice Matteo Salvini, intervenendo a Rtl 102,5, sulla vicenda della nave Diciotti e dei migranti sbarcati stanotte a Trapani. «Io volevo che le indagini spiegassero cosa era accaduto, per il momento ci sono indagati». 

Nave Diciotti a Trapani, Mattarella chiama Conte, sbloccato lo sbarco dei migranti. «Stupore» al Viminale

«Mi farebbe arrabbiare se coloro che sono sbarcati finissero tutti a piede libero, certezza pena deve essere fondamento per italiani e soprattutto per chi è ospite, non voglio che finisca tutto a tarallucci e vino», avverte il ministro dell'Interno.

Sulla vicenda interviene anche il vicepremieri Luigi Di Maio: «Rispettiamo la decisione del Presidente Mattarella» ma «servono procedure più veloci quando ci sono situazioni del genere». «L'intervento del Presidente è stato d'obbligo per far sbarcare i migranti», ha detto Di Maio. «Ma una cosa deve essere chiara: l'Italia deve farsi rispettare e perseguire chi si comporta in questo modo. La competenza è della magistratura ma ci deve essere un messaggio chiaro ai cittadini che si aspettano che la giustizia trionfi sempre», ha sottolineato il vicepremier.

Venerdì 13 Luglio 2018 - Ultimo aggiornamento: 10:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
1 di 1 commenti presenti
2018-07-13 14:19:51
perfetto...continuate così....io e altri, molti, vi appoggiamo...
DALLA HOME