Michela Vittoria Brambilla, da animalista ad assenteista: «In sette mesi una sola volta alla Camera»
di Domenico Zurlo

Michela Vittoria Brambilla, da animalista ad assenteista: «In sette mesi una sola volta alla Camera»

Negli anni scorsi il suo nome è stato spesso associato alla sua avvenenza (come dimenticare le sue ospitate a Porta a Porta con tanto di autoreggenti) ma soprattutto al suo amore per gli animali. Parliamo di Michela Vittoria Brambilla, berlusconiana doc, di cui però oggi si parla in termini leggermente diversi.

Zuckerberg choc: «Abbiamo pensato di chiudere Facebook». Quelle campagne anti-Soros

Secondo un articolo del settimanale L’Espresso infatti, la Brambilla - in Parlamento alla Camera con Forza Italia - avrebbe totalizzato presenze col contagocce: anzi, col contagoccia, perché è stata presente una sola volta in aula, il giorno del voto di fiducia al governo di Giuseppe Conte (al quale votò no). Per il resto secondo questi dati, che provengono da Openparlamento.it, ha avuto un indice di assenteismo del 99,93%, con oltre mille assenze.

D’altronde la Brambilla, scrive L’Espresso, oltre al suo lavoro (si fa per dire) in Parlamento ha anche altro di cui occuparsi, e non solo i suoi tre figli: anche le sue decine di animali. Dai 12 cani ai 35 gatti, fino ai 2 asinelli, 7 capre, 2 pecore, 3 papere e addirittura 2 daini e 2 mini pony. Dulcis in fundo, nel suo “zoo” anche 200 piccioni. Ubi maior…

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA