Giorgia Meloni: «Canfora mi definisce "neonazista nell'anima". Becera propaganda, querelo»

Giorgia Meloni: «Canfora mi definisce "neonazista nell'anima". Becera propaganda, querelo»

«Ascoltate il filologo Luciano Canfora che, in un istituto scolastico di Bari, mi definisce "neonazista nell'animo". Parole inaccettabili, ancora una volta pronunciate da una persona che si dovrebbe occupare di cultura e formazione e che invece finisce a fare becera propaganda a dei giovani studenti. La querela non gliela toglie nessuno...».

Lo scrive sui social la leader di FdI Giorgia Meloni postando lo stralcio di un video in cui Canfora parla di lei in questi termini: «Essendo neonazista nell'animo, si è subito schierata con i neonazisti ucraini, è diventata una statista molto importante ed è tutta contenta, naturalmente, di questo ruolo». L'intervento di Canfora, come spiega FdI, è stato fatto in un istituto scolastico di Bari.

La richiesta di intervento al ministro Bianchi 

«Il professor Canfora non può permettersi di offendere il Presidente Meloni dandole della 'nazista nell'anima'. Chiediamo al ministro Bianchi di intervenire subito con provvedimenti immediati contro il dirigente scolastico che ha permesso a Canfora di parlare in un liceo scientifico di Bari pronunciando frasi insensate ed offendendo pesantemente Giorgia Meloni. Sono state fatte affermazioni assurde, offensive e gravi e su questo sarà immediatamente presentata un'interrogazione al Ministro. Troppo spesso vengono invitati nelle scuole dei 'professori' che si dimostrano soggetti pericolosi e squilibrati e del tutto inadatti a parlare agli studenti». Lo dichiarano i parlamentari di Fratelli d'Italia Paola Frassinetti ed Ella Bucalo responsabili dipartimento Istruzione e scuola di FdI.


Ultimo aggiornamento: Martedì 12 Aprile 2022, 09:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA