Manovra, Ue accetta le modifiche: stop alla procedura d'infrazione

Il collegio dei commissari europei, riunito stamani a Bruxelles, ha deciso di non avviare oggi la procedura per debito (Edp in gergo) nei confronti dell'Italia, si apprende da alcune fonti mentre la riunione è ancora in corso.
Il vicepresidente Valdis Dombrovskis e il commissario agli Affari Economici Pierre Moscovici hanno fatto il punto in collegio sulla situazione relativa alla manovra italiana e alle 12 scenderanno in sala stampa per il resoconto della riunione.

«La manovra? Dopo le polemiche è persino migliorata
». Lo ha detto il ministro dell'Interno e vicepremier, Matteo Salvini, intervistato, questa mattina, dall'emittente radiofonica fiorentina Lady Radio dopo che il governo ha annunciato di aver finalmente trovato l'accordo con la Ue sulla legge di bilancio.

«Abbiamo inserito alcuni miglioramenti. I soldi per la riforma della legge Fornero e il reddito di cittadinanza erano anche troppi, meglio essere prudenti. Sono salvi quota 100 e reddito di cittadinanza, era il nostro impegno per cominciare a passare dalle parole ai fatti. Quota 100 è una possibilità di liberarsi dal'inizio del 2019 dalla gabbia della Fornero».
 

Intanto è slittata alle 13 l'informativa del premier Giuseppe Conte in Senato sulla manovra e l'esito della trattativa con la Commissione europea. L'intervento era inizialmente previsto alle 12. 
Ultimo aggiornamento: 13:33 © RIPRODUZIONE RISERVATA