Fiducia, Fdi e Lega in piazza: «Ladri di sovranità». Fischi a Conte: «Buffoni»

Prima manifestazione contro il nuovo governo. In attesa dell'intervento del presidente del Consiglio Giuseppe Conte nell'Aula della Camera, in piazza Montecitorio iniziano ad arrivare i manifestanti chiamati a raccolta dalla leader di Fdi Giorgia Meloni per protestare contro il nuovo governo. Nessun simbolo di partito ma solo bandiere con il tricolore riprodotto anche sui palloncini che spiccano in alto ai lati del palco. Insieme alle bandiere compaiono anche due striscioni con su scritto 'In nome del popolo sovrano. No al patto della poltrona'.

Leggi anche > Fiducia, Fdi in piazza: «Ladri di sovranità». Fischi a Conte: «Buffoni»

Sono arrivati, poco dopo le 11, Giorgia Meloni e Matteo SalviniMeloni: "Continuate a stare con noi, riempiamo tutte le strade". Poi è salito sul palco Salvini: piazza in visibilio. «I parlamentari chiusi dentro il palazzo perdono onore e dignità. Un pensiero a quei giornalisti che dicono che in piazza non c'è nessuno. Servi dell'informazione», le parole di Salvini. Sul palco anche Giovanni Toti.

I manifestanti presenti hanno iniziato già ad intonare diversi cori tra cui quello: 'elezioni elezioni'. Dopo l'inno di Mameli, la playlist dell'attesa prevede Edoardo Bennato con 'Viva la Mamma' e Alan Sorrenti con 'siamo figli delle stelle'. Alla manifestazione indetta da Fratelli d'Italia prenderà parte anche il leader della Lega Matteo Salvini e il presidente della Liguria Giovanni Toti.

«Renzi, Di Maio, fuori dai cogl..., il popolo vuole libere elezioni». Dal presidio di Fratelli d'Italia, in piazza Montecitorio è questo lo slogan che si alza, mentre sul palco si alternano a parlare politici e amministratori locali del partito di Giorgia Meloni. Tutti chiedono «elezioni subito, contro i ladri di poltrone».

Risuona l'inno di Mameli in piazza a Montecitorio e i manifestanti, chiamati a raccolta da Fratelli d'Italia, si mettono sull'attenti, cantando a squarciagola, alcuni partecipanti sono avvolti dal tricolore. Dalla piazza, fischi ogni volta che viene nominato Conte e cori: «Buffone».


Lunedì 9 Settembre 2019, 10:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA