M5S, l'ex fidanzato di Sarti smentisce il furto dei soldi delle restituzioni: "Ho registrato tutto, vado dai pm"

M5S, l'ex fidanzato di Sarti smentisce il furto dei soldi destinati alle restituzioni: "Ho registrato tutto, vado in Procura"

«Io ho un brutto vizio: registrare tutto e pure le telefonate». Con queste parole Andrea Di Girolamo che per l'ex comunicatore del M5s Claudio Messora non sarebbe altri che Bogdan Andrea Tibusche, l'ex fidanzato della deputata 5 Stelle Giulia Sarti, sembra aprire un nuovo capitolo nella vicenda delle donazioni al fondo Pmi da parte dei parlamentari M5s.

La deputata M5S uscente e ricandidata alla Camera Giulia Sarti ha infatti denunciato l'ex fidanzato, Bogdan Andrea Tibusche accusandolo di aver sottratto alcune migliaia di euro destinati alle cosiddette restituzioni. Ma Di Girolamo nella sua pagina Fb rispondendo a un follower che lo esorta: «Allora Bogdan, parlaci dei bonifici della Sarti, sù» sembra sostenere un'altra versione dei fatti e annuncia: «Vado dritto in procura». 

«Vedremo come va a finire perché la verità e tutta un'altra. Usciranno diverse conversazioni e forse non vi conviene esporvi ora», afferma De Girolamo allo stesso follower che lo ha provocato sul caso e che replica: «Ti faccio notare che l'unico parecchio esposto sei tu, con i giornalisti ansiosi di farti un pò di domande e una querela presentata a tuo carico (mica roba da poco)». «Vedrai che fine fa la querela. Vedrai i messaggi e le email» si difende ancora De Girolamo. Poi, di nuovo, all'interlocutore che lo consiglia di «pubblicare al più presto visto che se sei innocente più tempo passi nel tritacarne peggio ne esci». «No no. Io in pubblico non rilascio nulla ma vado dritto in procura» ribatte il presunto ex fidanzato di Sarti che continua: «Io ho un brutto vizio: registrare tutto e pure le telefonate».

«Sicuramente buona cosa per smontare la querela, ma sai meglio di me che sul fronte social hai già perso visto che anche se archiviata la denuncia la verità della Sarti prevarrà sempre sulla tua visto che è chiaro che devi fare da capro espiatorio e certa propaganda così ti dipingerà sempre. Io ti consiglio (anche dopo che sul fronte giudiziario la cosa si sarà chiusa) di fare qualcosa in merito e quindi cercare di convincere anche il pubblico qui, altrimenti su Facebook ogni volta che incrocerai qualcuno quello penserà ancora alle accuse a tuo carico (anche se smentite da tempo)» controbatte il suo interlocutore. «Vedremo. Vedremo anche questo», taglia corto De Girolamo.


 
Venerdì 16 Febbraio 2018, 18:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA