M5S, Airola dopo il tentato suicidio: «Mi ha salvato mia sorella, grazie a tutti voi per l'affetto e la vicinanza»

M5S, Airola dopo il tentato suicidio: «Mi ha salvato mia sorella, grazie a tutti voi per l'affetto e la vicinanza»

  • 66
    share
L'ultimo post, prima del buio, era un pensiero per le vittime di Genova, a poche ore di distanza dalla tragedia del Ponte Morandi. Nel mezzo, Alberto Airola, senatore del M5S, aveva tentato il suicidio, per motivi non chiari, ma era stato salvato dal tempestivo intervento della sorella. Questa sera, il parlamentare torinese è tornato a postare sulla propria pagina Facebook, confermando di avere avuto nella sorella, Gisella, il proprio angelo custode. Ne ha approfittato, però, anche per un ringraziamento molto particolare a chi, anche senza conoscerlo, ha espresso la massima vicinanza per un fatto così delicato.

Il senatore Airola del M5S ha tentato il suicidio: salvato dalla sorella​



«L'amore di mia sorella Gisella mi ha restituito alla vita» - si legge nel post - «In pochi giorni mi hanno raggiunto centinaia di messaggi di tante persone a me vicine per lavoro o amicizia o attività politica. Ma anche, e questo mi ha colpito profondamente, tante e tante persone che non conosco direttamente. Come ringraziarvi tutti?».

Il messaggio di chi, forse, sa di essere nato una seconda volta si conclude così: «Affido a un messaggio collettivo, ma che nel mio intimo personalizzo per ciascuno di voi, la mia profonda riconoscenza per il sostegno, il conforto, la spinta vitale che mi stimolano ai prossimi impegni. Un inestimabile amuleto che terrò sempre presente e ben stretto. Grazie, grazie di cuore a tutti voi».


Venerdì 24 Agosto 2018 - Ultimo aggiornamento: 21:43
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME