Sergio Mattarella: «La scorta a Liliana Segre segno dell'intolleranza di questo periodo»

«La solidarietà, la convivenza, il senso di responsabilità devono contrastare l'intolleranza, l'odio, la contrapposizione». Lo ha detto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella in riferimento alla scorta data a Liliana Segre, intervenendo all'inaugurazione dell'anno accademico dell'università Campus Biomedico. 

Mattarella ha preso la parola al termine della cerimonia di inaugurazione dell'Anno accademico in occasione «del 25esimo anno di questa straordinaria avventura scientifica e didattica». Il presidente della Repubblica ha invitato a pensare al futuro rifacendosi a quello che potrebbe desiderare un bambino e quindi «desiderare una vita serena, la convivenza la vicinanza con gli altri, contro l'arroccamento egoistico».
 

La contrapposizione tra «solidarietà» da una parte e «intolleranza, odio e contrapposizione» non è «una alternativa retorica. Quando una bimba di colore non viene fatta sedere sull'autobus o quando una donna come Liliana Segre ha bisogno di una scorta, si capisce che questi non sono interrogativi astratti o retorici».
Venerdì 8 Novembre 2019, 14:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA