Scorta a Liliana Segre, Mattarella: «È segno che l'intolleranza non è retorica»

 Sergio Mattarella mette in guardia dai sentimenti di "odio, intolleranza e contrapposizione". "Non sono alternative retoriche, astratte, ma estremamente concrete", afferma il capo dello Stato nel suo intervento alla cerimonia di inaugurazione dell'anno accademico all'Università Campus Bio-medico di Roma. "Se è necessario, a una signora anziana che non ha mai fatto male alcuno, ma che il male l'ha subito da bambina in forma crudele, come Liliana Segre, assicurare una scorta vuol dire che questi interrogativi non sono né astratti né retorici", le parole del presidente della Repubblica.
Venerdì 8 Novembre 2019, 14:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA