Centrodestra unito in piazza a Roma, Salvini: «Governo vada a casa». Berlusconi: «Maggioranza ci vuole uniti e oggi lo siamo»

«Questa non è la piazza di Matteo, Giorgia o Silvio, ma di tutti». Così Salvini in piazza San Giovanni apre la kermesse del centrodestra "Orgoglio italiano" promossa dalla Lega contro il Conte bis. Poi il pensiero va ai due poliziotti morti a Trieste, a Matteo Demenego e Pierluigi Rotta. «Per loro il silenzio e l'affetto della piazza», chiede il segretario della Lega.



La piazza è gremita e oltre al tricolore, sono spuntate bandiere di partito, come quella di Forza Italia. a dispetto delle polemiche sollevate da Fdi e Fi che chiedevano una manifestazione unitaria senza contrassegni dei partiti della coalizione ma solo il tricolore, in piazza il simbolo della Lega è raddoppiato se non triplicato.

Al momento le prime stime parlano di circa 50mila persone, mentre la gente continua ad arrivare. La piazza è presidiata dalle forze dell'ordine. Gli organizzatori invece parlano di 200mila persone in piazza. 
 
 

Salvini: «Via Raggi e Zingaretti»
Dal palco di piazza San Giovanni Matteo Salvini torna ad attaccare la Raggi. «Dateci una mano a mandare a casa Zingaretti e Raggi, Gianni e Pinotto, il duo sciagura, due perdenti a livello nazionale...», dice alla folla. «Pensate che a proposito di civiltà ci e vi fanno pagare 9 mila euro per la raccolta differenziata in questa piazza, sono convinto che lascerete questa piazza più pulita. Mi piacerebbe che la Raggi fosse ugualmente attenta 365 giorni l'anno per togliere i rifiuti, visto che la pagano per questo».

«Altro che estremismo, uomini normali, popolo contro elite, piazza contro Palazzo. Siamo 200mila, e duecentomila grazie», afferma poi Salvini che, commosso, si concede alla folla di San Giovanni, occhi lucidi mentre scatta selfie con le tantissime persone che dopo averlo ascoltato lo vogliono vicino. Tanta emozione per il leader della Lega, attorniato dalla scorta che fa fatica a tenere la piazza. Silvio Berlusconi resta sul palco, salutando tra sorrisi e abbracci con i suoi. Giorgia Meloni è stata la prima a lasciare la piazza. 

Berlusconi: «Governo Pd-M5S è pericoloso»​
«Siamo qui per dire no al governo delle tasse, delle manette, della burocrazia, del giustizialismo fuori controllo. Siamo qui per mandare a casa un governo non eletto dagli italiani», afferma il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, dal palco di Piazza San Giovanni. «Questa è una piazza mai vista, che ci impone di lavorare insieme».

Centrodestra in piazza a Roma: oggi manifestazioni, strade chiuse e bus deviati

Meloni attacca sui migranti
Giorgia Meloni torna a parlare di migranti in piazza San Giovanni a Roma . «Se servono i muri si costruiscono - afferma la leader di Fratelli d'Italia - io voglio un governo che dica no all'immigrazione clandestina. Se servono i muri si costruiscono i muri, se servono i blocchi navali, si fanno i blocchi».

Il logo del Carroccio e lo slogan "Prima gli italiani" appaiono in bella vista non solo sul grande striscione che fa da 'quintà al palco, ma anche sui due maxivideo montati oggi ai lati. Prima gli italiani e il simbolo della Lega spiccano anche sulle transenne che circondano il perimetro della piazza oltre allo slogan ' Lega sempre tra la gentè. Ma oltre alle bandiere ci sono anche molti "santini" raffiguranti icone della Sacra famiglia e Papa Wojtyła.




Cori contro Di Maio e Gad Lerner.
«Venduto-venduto
» e «buffone-buffone» contro Luigi Di Maio che appare sul monitor del palco del centrodestra di piazza San Giovanni. Un coro condiviso dai tanti già sotto il palco, dove ci sono le bandiere dei tre partiti del centrodestra e quelle delle regioni leghiste. Insulti anche per il giornalista Gad Lerner.
Sabato 19 Ottobre 2019, 13:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA