Guido Crosetto, come sta il ministro: «Pericardite come a febbraio, ma più dolorosa». Sarà dimesso nel weekend

Il ministro era stato ricoverato ieri in ospedale dopo un malore durante il Consiglio Supremo di Difesa

Guido Crosetto, come sta il ministro: «Pericardite come a febbraio, ma più dolorosa». Sarà dimesso nel weekend

di Redazione web

Guido Crosetto sta meglio. Il ministro della Difesa, portato ieri sera in ospedale dopo aver accusato un malore durante la riunione del Consiglio Supremo di Difesa, è in miglioramento e dovrebbe essere dimesso alla fine di questa settimana. Lo fa sapere la Difesa in una nota ufficiale.

Come sta Crosetto, la nota della Difesa

«Le condizioni di salute del ministro della Difesa Guido Crosetto sono in continuo miglioramento. Sebbene il quadro clinico e gli esami effettuati in corso non destino alcuna preoccupazione, il ministro rimarrà ancora qualche giorno in ospedale, solo per ragioni di precauzione - si legge nella nota della Difesa - Il team medico ha, infatti, deciso di prolungare il ricovero del ministro fino alla fine della settimana. La decisione è stata presa solo per assicurare un completo e sicuro recupero del ministro».

Nuovo episodio di pericardite

Un nuovo episodio di pericardite, a distanza di tre mesi dal precedente, per il ministro della Difesa Guido Crosetto, costretto nella serata di ieri a lasciare in ambulanza il Consiglio Supremo di Difesa al Quirinale e raggiungere il San Carlo di Nancy, lo stesso ospedale che lo aveva già preso in carico a febbraio sempre per l'infiammazione del pericardio, la membrana a forma di sacchetto che riveste il cuore.

E' quasi mezzogiorno quando arriva il primo bollettino. Le condizioni di salute vengono descritte «buone» e «in netto miglioramento», dopo una notte trascorsa «tranquillamente», sempre monitorato all'unità coronarica del nosocomio. Il ministro resterà in ospedale ancora qualche giorno, «solo per ragioni di precauzione» e «per assicurare un completo e sicuro recupero», fa sapere la Difesa.

A fine settimana sarà dimesso.

Il bollettino medico

Gli accertamenti clinici hanno quindi confermato il nuovo episodio di pericardite che si è presentato, stavolta, in forma «molto più dolorosa» rispetto all'episodio precedente. Ma anche in questo caso, assicurano i medici, non ci sono state «implicazioni cardiache». «Passata la fase acuta di dolore, la pericardite viene trattata come una normale infezione, con terapia anti infiammatoria», spiega il primario di Cardiochirurgia del San Carlo di Nancy, il professor Giuseppe Speziale.

In passato, prima del 13 febbraio scorso, Crosetto aveva già avuto qualche problema cardiaco, con un ricovero risalente al 2013. «Siamo ottimisti», rassicura ancora il primario davanti ai cancelli dell'ospedale sull'Aurelia. Un po' di riposo e poi potrà riprendere a breve i suoi impegni, aggiunge poi il medico. Quelli in programma per oggi - come il question time alla Camera - e per domani intanto sono stati annullati. Ma in ospedale, nella prima mattinata - dopo una notte trascorsa in modo tranquillo e «lavorando come al solito» - il ministro ha comunque avuto «un incontro con i suoi più stretti collaboratori per il quotidiano briefing sulle evoluzioni del quadro di sicurezza», fanno sapere dalla Difesa.

A tranquillizzare sulla situazione ci pensa poi lo stesso Crosetto, ringraziando «tutte le persone, amiche, conosciute o sconosciute» che nelle ultime ore gli hanno inviato «messaggi di amicizia, vicinanza e affetto». Tra questi, decine di colleghi di tutti gli schieramenti politici, a partire dalla premier Giorgia Meloni che già nella serata di ieri aveva postato su X un «Forza Guido». «Mi date una bella notizia» ha commentato Matteo Salvini dopo aver saputo l'esito del bollettino medico. «Super Guido, sei una roccia, ti aspettiamo prestissimo con noi!", è l'augurio che arriva dalla ministra dell'Università e della Ricerca, Anna Maria Bernini. 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 22 Maggio 2024, 16:57
© RIPRODUZIONE RISERVATA