Giorgio Gori, il nuovo libro del sindaco di Bergamo: il Riscatto che serve all'Italia, appunti per un futuro dopo il Covid
di Marco Esposito

Giorgio Gori, il nuovo libro del sindaco di Bergamo: il Riscatto che serve all'Italia, appunti per un futuro dopo il Covid

Riscatto. È il nome del libro del sindaco di Bergamo Giorgio Gori, scritto con il giornalista Francesco Cancellato. Riscatto come quello che l'Italia deve cercare per rimettersi in linea con i paesi locomotiva dell'Europa. Quello di Gori è il primo libro che guardi oltre la pandemia di coronavirus, che prova ad avere una visione sul futuro.

 


Gori, il libro si apre parlando dell'epidemia di Coronavirus e con il dramma della sua Bergamo. Che giorni sono stati?
«Sono stati mesi complicati. Siamo diventati l'epicentro di un terremoto che a Bergamo si è manifestato con una violenza senza eguali nel mondo. Io come tutti a Bergamo ho perso qualcuno che mi era caro. Per quel che ho potuto ho cercato di tenere la barra dritta».

 


Nel libro Cancellato la definisce l'eretico per le sue posizioni liberal nel Pd
«Non sono d'accordo con quella definizione. Le mie posizioni sono del tutto ortodosse rispetto al Pd fondato da Veltroni. Un partito aperto che si lasciava alle spalle vecchi schemi ideologici».

 


Curiosità nel libro: è stato collega di Vittorio Feltri
«Si, volevo fare il giornalista. Nel libro racconto di come sia stato licenziato da Vittorio».

 


Vent'anni fa portava in Italia il Grande Fratello. E conobbe Rocco Casalino. Che ricordo ha?
«Aveva 28 anni allora, era l'unico che aveva chiaro cosa volesse fare. Già allora manifestò la sua capacità di relazione con i media»


Ultimo aggiornamento: Martedì 24 Novembre 2020, 09:13
© RIPRODUZIONE RISERVATA