Giorgia Meloni: «Che umiliazione». Lei scherza sulla pedana sul palco di Coldiretti

La prima uscita ufficiale di Giorgia Meloni è avvenuta oggi a Milano al Villaggio Coldiretti

Video

Giorgia Meloni nella prima uscita ufficiale dopo il voto di domenica scorsa oggi ha scherzato sulla pedana che è stata messa sul palco di Coldiretti per farla arrivare più comodamente al leggio: «Che umiliazione». Così la leader in pectore durante la sua visita al Villaggio Coldiretti avvenuta oggi a Milano.

Coldiretti Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev agenziavista.it

«Le quattro vite del presidente»: Silvio Berlusconi festeggia il compleanno con una torta speciale

Giulia Torelli, l'influencer minacciata dopo le frasi sugli anziani al voto: «Chiedo scusa, dette frasi stupide e violente»

Prima uscita pubblica

«Lo Stato crei condizioni per produrre ricchezza - ha detto Giorgia Meloni al Villaggio Coldiretti -. La nostra bussola è non disturbare chi vuole fare. La ricchezza la fanno i lavoratori e le imprese, lo Stato deve metterli in grado di produrlaIl tema non è come compensare la speculazione sul gas ma come fermarla. Sapete che in questi giorni ho scelto di limitare uscite pubbliche per dedicarmi anima e corpo ad affrontare i dossier più urgenti. Se saremo chiamati a governare questa nazione è chiaro da subito che abbiamo in mente di dare risposte efficaci e immediate ai principali problemi. L'obiettivo è quello di restituire una strategia industriale a questa Nazione che da tempo non l'ha avuta».

E ancora: «L'Italia deve tornare alla difesa del suo interesse per trovare soluzioni comuni.  Lo dicevamo da tempo che in Europa si parte dagli interessi nazionali per arrivare a quelli comuni. Bisogna controllare le catene di approvvigionamento per essere padroni del proprio destino. E bisogna fermare la speculazione sull'energia».

«Non faremo da soli, coinvolgeremo i corpi intermedi. Per "sovranismo alimentare" si intende rendere il Paese autosufficiente anche in questo settore Non intendiamo fare da soli, credo nei corpi intermedi. La politica deve avere il buon senso di ascoltare e decidere, ma anche l'umiltà di chiedere a chi vive le questioni nel quotidiano quali possono essere le soluzioni. Anche su questo si può costruire un rapporto diverso tra istituzioni e cittadini».

L'incontro con Berlusconi

Incontro questa mattina tra il presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni e il presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi. Lo riferiscono i due partiti parlando di un colloquio che si è svolto «in un clima di grande collaborazione e unità di intenti». I due leader hanno «ribadito la soddisfazione per l'affermazione del centrodestra alle elezioni politiche e hanno fatto il punto sull'attuale situazione politica», continua la nota. Meloni e Berlusconi hanno poi approfondito i dossier più urgenti all'ordine del giorno, a partire dal caro energia. I due leader si sono poi confrontati sui prossimi passaggi istituzionali in vista della convocazione del prossimo Parlamento e «hanno condiviso la necessità che l'Italia abbia bisogno di un Governo di alto profilo, capace di affrontare le gravi emergenze che il Paese si trova difronte».

 

Ultimo aggiornamento: Sabato 1 Ottobre 2022, 14:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA