Furbetti del bonus, il consigliere della Lega escluso dalle regionali diventa assistente a Bruxelles

Furbetti del bonus, il consigliere della Lega escluso dalle regionali diventa assistente a Bruxelles

Dopo essere stato scoperto tra i 'furbetti' del bonus Inps di 600 euro, era stato escluso dalla ricandidatura a consigliere regionale. Ora però Riccardo Barbisan, consigliere comunale a Treviso e consigliere regionale in Veneto, potrebbe aver trovato un 'paracadute': il suo partito, la Lega, è pronto a nominarlo assistente dell'europarlamentare Toni Da Re.

Leggi anche > Berlusconi positivo al Covid. Renzi: «Un affettuoso abbraccio». Meloni: «È un leone, supererà anche questa»



A rivelarlo è Il Mattino di Padova. Riccardo Barbisan aveva spiegato che la fruizione del bonus era dovuta ad un errore del commercialista, e di aver devoluto quella cifra ad un conto corrente del Comune di Treviso per le famiglie in difficoltà: «Il 5 maggio ho ricevuto 600 euro dall'Inps. Non capendo cosa fossero, ho chiamato la banca e il mio commercialista, che mi ha spiegato: "Quello è il bonus, ho fatto richiesta e te l'hanno concesso". Il giorno dopo, ho i bonifici a provarlo, ho versato l'intera somma in beneficenza e ho chiesto al commercialista di non richiedere altri bonus».

Nonostante la spiegazione, Riccardo Barbisan era stato escluso, dalla Lega, dalla lista dei candidati per le prossime regionali in Veneto. Il consigliere leghista, tuttavia, potrebbe trovare presto un nuovo incarico a Bruxelles, dove aveva già lavorato cinque anni per Unioncamere Veneto, in una sede accanto a quella di rappresentanza della Regione. Laureato in Giurisprudenza e specializzato in diritto comunitario, il consigliere della Lega dovrebbe prendere il posto di Bepi Paolin, attuale assistente dell'eurodeputato Toni Da Re ma appena eletto parlamentare grazie al riconteggio dei voti delle politiche del 4 marzo 2018.

A denunciare il caso anche le opposizioni in Veneto, come la lista 'Il Veneto che vogliamo - Lorenzoni' e la candidata del Pd Rachele Scarpa, che su Facebook ha scritto: «Era stato detto ed è stato presto fatto. La Lega punisce il furbetto che ha preso il bonus dei 600€: sarà assistente di un europarlamentare. Ancora stipendiato da soldi pubblici, addirittura grazie ai contributi dell’odiata Unione Europea, secondo indiscrezioni giornalistiche Barbisan entrerà nello staff di Toni Da Re».



 
Ultimo aggiornamento: Giovedì 3 Settembre 2020, 15:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA