Ergastolo ostativo, cosa significa il "fine pena mai" per i condannati per mafia e terrorismo

Ergastolo ostativo, cosa significa il "fine pena mai" per i condannati per mafia e terrorismo

È attesa per lunedì la decisione della Corte europea dei diritti umani di Strasburgo sull'istituto dell'ergastolo ostativo. Ma cosa significa?

Il cosiddetto ergastolo ostativo anche conosciuto come "fine pena mai" è previsto sulla base della legge n. 356/1992 per l'omicidio volontario aggravato con l'associazione mafiosa in assenza di collaborazione con la giustizia (spesso in regime previsto dall'articolo 41 bis).

Questa pena è applicata solo per i delitti di associazione di tipo mafioso (art. 416 bis c.p.), sequestro di persona a scopo di estorsione (art. 630 c. p.) e associazione finalizzata al traffico di droga (art. 74 D.P.R. n. 309/1990), sempreché non siano stati acquisiti elementi tali da escludere l'attualità di collegamenti con la criminalità organizzata o eversiva.

Sostanzialmente per chi è condannato all'ergastolo per reati di mafia e terrorismo non ci possono essere benefici penitenziari come la libertà condizionale senza collaborazione con la giustizia. 

Sabato 5 Ottobre 2019, 22:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA