Di Maio: «Giustissimo fare le pulci alla mia famiglia, ho conosciuto nuovi aspetti di mio padre»

Di Maio: «Giustissimo fare le pulci alla mia famiglia, ho conosciuto nuovi aspetti di mio padre»

«Fare le pulci anche ai familiari del vicepremier, non solo a lui, controllare fino all'ultimo dettaglio della famiglia, è giustissimo». Lo ha detto il vicepremier Luigi Di Maio in un forum all'Ansa, sottolineando che «però parliamo di un fatto di dieci anni fa: va bene che venga fuori la notizia, ho conosciuto cose di mio padre che non conoscevo e mi aiuterà nel rapporto con lui. La ditta di famiglia l'ho chiusa perché da un anno già non lavorava, l'abbiamo messa in liquidazione per questo».

Reddito di cittadinanza, Di Maio e il Navigator. Ironia sul web: «Verrà da un altro pianeta»​

La festa sul balcone. «Penso di essere ancora contento dei risultati di quella sera: quota 100 per superare la Fornero, reddito di cittadinanza e pensione di cittadinanza, che partirà a febbraio. A fine marzo partirà il reddito, con sgravio contributivo pari al reddito e quota 100 che partirà tra febbraio e marzo. Per quello abbiamo gioito e lo farei ancora, quelle misure sono ancora nella legge di bilancio», ha poi detto ricordando i festeggiamenti M5S sul balcone di Palazzo Chigi. 

Pensioni alte. «In Senato nella seconda lettura della legge bilancio che sarà intorno al 16-18 dicembre, verrà inserita la norma sulle pensioni alte quindi il taglio entra al Senato», ha poi assicurato.

Il confronto con le imprese. «Si devono ascoltare le imprese, è un dovere. Ci sono in alcuni casi aspettative che saranno confermate nella legge di Bilancio, ha poi proseguito parlando del malessere di Confindustria e non solo. «L'11 dicembre al Mise è convocato il tavolo permanente con Pmi italiane per la lettura della legge di bilancio e la valutazione costi-benefici delle grandi opere», ha aggiunto.

Alitalia. Su Alitalia «in questo momento c'é una proposta vincolante di Ferrovie che presuppone tre mesi di 'due diligence' e l'analisi dei dati per un piano industriale assieme a un partner. Il prestito ponte va rinviato per consentire a Fs di scrivere il piano industriale entro il 31 gennaio. La restituzione del prestito dovrebbe essere fissata tra maggio e giugno, ma se l'Antitrust fa prima con il suo parere possiamo anticipare». «Abbiamo disponibilità anche inattese da varie parti del mondo - ha aggiunto Di Maio -, possiamo fare una Newco anche a due miliardi, senza stare sempre sulla soglia di galleggiamento come ha sempre fatto Alitalia».

Mercoledì 5 Dicembre 2018 - Ultimo aggiornamento: 11:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME