Crisi di governo, flop di Fico: «Non c'è maggioranza». Mattarella: niente elezioni, arriva Super Mario
di Alessandra Severini

Crisi di governo, flop di Fico: «Non c'è maggioranza». Mattarella: niente elezioni, convoca Mario Draghi

Sarà Mario Draghi a tentare di dar vita ad un nuovo governo dopo il naufragio del Conte ter. E’ lui la figura “di alto profilo” scelta dal presidente Mattarella per provare ad evitare in extremis i rischi enormi legati ad elezioni anticipate. L’ex presidente della Bce salirà oggi al Quirinale e poi avvierà le consultazioni.

 

Mario Draghi, chi è l'ex numero uno della Bce su cui fa affidamento Mattarella

 


Il Capo dello Stato ha fatto l’ennesimo, disperato appello alla «responsabilità» delle forze politiche per dar vita a un governo «di alto profilo che non debba identificarsi con alcuna formula politica» e sia capace di «far fronte con tempestività alle gravi emergenze in corso». Un governo tecnico dunque, che potrebbe avere l’appoggio di Pd, Leu, Italia Viva, Forza Italia. E forse di un Movimento 5Stelle dimezzato.

 


La tempestiva scelta di Mattarella è apparsa inevitabile davanti al fallimento del mandato esplorativo del presidente della Camera Roberto Fico. 

 


Veti incrociati, la riforma della giustizia, le richieste di Italia Viva di avere due o più ministeri di peso e di sostituire Alfonso Bonafede e Lucia Azzolina hanno incontrato il no deciso dei 5Stelle. Quello di Renzi poi è sembrato in tutto e per tutto un gioco al rialzo. 

 


Ancora a sera Italia Viva e M5s si rimpallavano le colpe, dando vita ad un insostenibile balletto che non deve essere piaciuto al Colle. Il Capo dello Stato sa che è già stato perso troppo tempo e che a Palazzo Chigi deve insediarsi una squadra capace di assumere decisioni incisive, che possa prendersi le responsabilità di gestire la fine del blocco dei licenziamenti, gestire la campagna vaccinale o il rapporto con l’Europa al tavolo del Recovery.

 


Davanti all’impasse le strade rimaste erano poche e le urne, in piena crisi economica e sanitaria e la perdita di mesi preziosi, troppo rischiose. Ora bisognerà vedere se Draghi sceglierà un governo formato completamente di tecnici o con qualche innesto politico. E c’è chi già vede il prossimo anno Draghi fare il salto da palazzo Chigi al Quirinale, sostenuto dalla stessa larga maggioranza che sosterrebbe il suo governo.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 3 Febbraio 2021, 11:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA