Conte al De telegraaf: «Olanda incomprensibile, non le abbiamo chiesto di pagare il nostro debito»

video
di Simone Pierini

Dopo l'intervista rilasciata alla tv tedesca “ARD e al quotidiano spagnolo El Pais, il premier Giuseppe Conte ha parlato al giornale olandese De telegraaf sottolineando come l'Italia non abbia chiesto al loro Paese di pagare il nostro debito, ma rimarcando come l'emergenza interessi tutta l'Europa. «Non credo che sia una questione di arrabbiatura dell'Italia con l'Olanda o del popolo italiano con il popolo olandese - dichiara il presidente del Consiglio - Molti italiani non comprendano però la resistenza da parte delle autorità olandesi ad affrontare questa crisi, che è una crisi epocale, una crisi sanitaria, economica e sociale ad un tempo, che per questo richiede una reazione forte, immediata, rigorosa ed efficace, da coordinare a livello europeo».

Nell'intervista Giuseppe Conte aggiunfe che «l'Italia si è trovata in trincea con la Spagna, ma è chiaro che è una battaglia che riguarda tutti. Lo dimostra anche il numero dei contagi che crescono ovunque. Quindi l'effetto recessione si verificherà pressoché ovunque», spiega il premier.

«L'Italia non sta in questo momento chiedendo ai cittadini olandesi di pagare il debito italiano. Non chiediamo neanche un euro ai contribuenti olandesi. In un mercato comune l'Europa deve poter agire in modo solidale ed efficace, perché è impensabile che qualcuno possa giovarsi di questa crisi. La stiamo subendo tutti, quindi abbiamo tutti l'interesse a fronteggiarla in modo coerente e unitario», dice ancora Conte. 
 


 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 1 Aprile 2020, 13:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA