Chi è Giancarlo Giorgetti, il futuro premier per vent'anni braccio destro di Bossi

Chi è Giancarlo Giorgetti, il futuro premier per vent'anni braccio destro di Bossi

Il probabile accordo di governo tra Lega e Movimento 5 Stelle, al quale ha aperto la strada il passo indietro di Silvio Berlusconi, potrebbe portarlo a Palazzo Chigi: è quello di Giancarlo Giorgetti infatti il nome più caldo come possibile Presidente del Consiglio. Ma chi è Giorgetti, in Parlamento da 22 anni e un giorno (entrò alla Camera il 9 maggio del 1996)?

«Profezia avverata»: gli autori del murales rivendicano l'accordo Salvini-Di Maio



Classe 1966, laureato alla Bocconi di Milano in Economia aziendale, Giorgetti è un revisore contabile e commercialista e ha fatto carriera politica con un solo partito, la Lega Nord. È stato segretario nazionale della Lega Lombarda dal 2002 al 2012 e capogruppo alla Camera per la Lega, prima tra il 2013 e il 2014, poi nuovamente in questa legislatura. A Montecitorio è stato presidente della Commissione Bilancio dal 2001 al 2006 e dal 2008 al 2013, nonché sottosegretario alle Infrastrutture per pochi giorni nel 2001 (governo Berlusconi).

Di Maio, programma da definire: 'scansato' il conflitto di interessi



Giorgetti è stato il principale autore della Legge 40, che regolamentava la procreazione assistita, nel 2001, e il relatore della Manovra economica correttiva del 2011. Il 30 marzo del 2013 fu invitato dall’allora Capo dello Stato Giorgio Napolitano a far parte del ‘gruppo dei saggi’ che doveva preparare leggi in campo economico e sociale.



Di Giorgetti si è parlato anche per un caso di cronaca molto importante: nel 2006, quando era braccio destro del leader leghista Umberto Bossi, rifiutò un finanziamento di 100mila euro dal banchiere Gianpiero Fiorani. A confessarlo fu Fiorani stesso, che disse che Giorgetti, nel rifiutare il denaro, lo esortò a darli invece al Varese Calcio per l’iscrizione al campionato di C2. Fiorani, ex amministratore delegato della Banca Popolare di Lodi, nel 2011 è stato condannato a 3 anni e 6 mesi di carcere per falso in bilancio per il caso Antonveneta.
Ultimo aggiornamento: Giovedì 10 Maggio 2018, 16:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA