Angela Maraventano, l'ex senatrice leghista choc: «La nostra mafia prima ci difendeva, ora non ha più sensibilità» VIDEO

Angela Maraventano, l'ex senatrice leghista choc: «La nostra mafia prima ci difendeva, ora non ha più sensibilità» VIDEO

«La mafia non ha più il coraggio e la sensibilità che aveva prima. Una volta difendeva il nostro territorio, ora non lo fa più». Con questa dichiarazione, dal palco allestito a Catania in occasione dell'udienza preliminare del processo a Matteo Salvini per il caso Gregoretti, la leghista Angela Maraventano ha spiazzato un po' tutti, ricevendo però anche applausi dai (pochi) presenti.

Leggi anche > Salvini, udienza preliminare del caso Gregoretti rinviata al 20 novembre. Il aula anche Conte

L'imprenditrice, originaria delle Marche ma lampedusana d'adozione, era stata denunciata per interruzione di pubblico servizio dalla Procura di Agrigento per quanto accaduto il 30 agosto scorso: l'esponente leghista, ex senatrice, aveva infatti organizzato una manifestazione non autorizzata per impedire lo sbarco di un peschereccio con a bordo 369 migranti. Ieri, Angela Maraventano è comparsa insieme ad altri sostenitori della Lega per la manifestazione a sostegno di Matteo Salvini, ridenominata 'Pontida del Sud'. Anche se, visto il ridotto afflusso di partecipanti, è difficile parlare di successo e lo dimostra anche il fatto che, sul palco, il leader della Lega ed ex ministro dell'Interno non si è neanche presentato.
 

Angela Maraventano è nota per le sue dichiarazioni choc. Solo pochi giorni fa, l'ex senatrice aveva detto del Governo: «Sono trafficanti di carne umana, che vogliono reclutare anche chi non scappa dalla guerra, senza un motivo preciso. I tunisini non vengono a lavorare, vengono a violentare il nostro paese». Fino alle dichiarazioni di ieri: «La nostra mafia non ha più quel coraggio che aveva prima. Non esiste più, la stiamo completamente eliminando e nessuno ha più il coraggio di difendere il territorio».


Ultimo aggiornamento: Domenica 4 Ottobre 2020, 12:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA