De Falco: «Ong non incoraggiano gli scafisti. Salvini? È un cinico»

Migranti, De Falco: «Ong non incoraggiano scafisti. Salvini? È un cinico»

«È vero che statisticamente sono diminuiti gli sbarchi, ma sono aumentate di molto le morti, bisogna riflettere». Lo dice all'AdnKronos Gregorio  De Falco, il senatore dei Cinque Stelle ora nel gruppo Misto, dopo l'espulsione dal movimento. Per l'ufficiale della Guardia Costiera «la tesi che con la loro presenza in mare le Ong possano essere di 'stimolò per far partire gli scafisti con a bordo i migranti, in realtà non sembra trovare riscontro nei fatti, almeno in base agli studi che abbiamo».

«Mi intristisce quello che dice Salvini dopo l'ultima strage di migranti in mare, perché manca di umanità, è un cinico», continua  De Falco: «Non so se ci sarà una Norimberga, come dice Leoluca Orlando, ma un giudizio morale c'è comunque». E ancora: «A Di Maio ricordo che noi abbiamo sempre detto "nessuno rimanga indietro" e non abbiamo escluso da questo la povera gente o chi è naufrago». Il capo politico dei Cinque Stelle, Luigi Di Maio, ha puntato nelle scorse ore ha puntato il dito contro gli effetti perduranti del colonialismo in Africa, dicendo che «l'Europa ipocrita pensa agli effetti di cause che non ha mai affrontato».

© RIPRODUZIONE RISERVATA