Matrimoni e ricevimenti, nuove regole da oggi: green pass, mascherine, buffet, cosa cambia

Video
di Angela Orecchio

Il tanto atteso giorno è arrivato. Dopo 477 giorni di stop totale ai ricevimenti per i matrimoni, le cerimonie e i battesimi, da oggi, 15 giugno, si può tornare a dire Sì lo voglio in compagnia di amici e parenti. Ma nonostante il via libera le restrizioni validate dal Comitato tecnico scientifico da seguire per evitare il diffondersi del Covid-19 sono diverse. Cerchiamo di fare chiarezza per evitare le sanzioni, in quello che dovrà essere il vostro giorno più bello. 

 

Location

Nessun limite di persone che potranno starvi a fianco. L'unica richiesta degli esperti è di prediligere location con ampi spazi, soprattutto esterni. Si potrà infatti anche cenare, o pranzare all'interno (come già avviene nei ristoranti) con l'unico obbligo di tenere i tavoli a una distanza di almeno un metro uno dall'altro. Non ci sono indicazioni invece per la distanza che dovrebbero tenere i commensali seduti allo stesso tavolo, quindi si potrà optare anche per la tendenza americana e tanto di moda ormai anche in Italia del tavolo imperiale. 

Green Pass

Sposi, invitati, personale e organizzatori dovranno essere muniti di Green pass in zona gialla. E qui sono nati i problemi in questi giorni. Nonostante infatti il 29 maggio 2021 sia uscito un Comunicato Congiunto del Ministero della Salute e della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome in cui si legge che il Green pass vada usato anche in zona bianca, questo risulta incostituzionale. Le leggi a cui far riferimento restano DL 18 maggio 2021 art. 9 e il Protocollo delle Regioni del 28 maggio 2021. Un Comunicato, secondo la legislatura, non può difatti avere nessun rango nella validità delle leggi. Quindi, stando così le cose, fino al prossimo decreto il Green pass è richiesto solo in zona gialla. La responsabilità della veridicità delle certificazioni è del singolo individuo, nè della location, nè degli sposi e nessuno degli organizzatori potrà controllare ne richiedere i certificati. Saranno solo le forze dell'ordine a poter richiedere questi dati e a verificarne la veridicità. Perchè il certificato sia valido deve dimostrare: il vaccino effettuato (anche solo prima dose iniettata da 15 giorni almeno), un tampone con esito negativo effettuato nelle ultime 48h oppure la dimostrazione che si è venuti in contatto con il virus. I dati di ogni ospite saranno tenuti dalla location per 14 giorni dopo l'evento per favorire la tracciabilità di ognuno.

Riaperture in zona gialla, da oggi ok a cerimonie, fiere e parchi a tema in 8 Regioni. Ecco cosa cambia

 

Mascherine

Resta l'obbligo delle mascherine per tutti quando non si è seduti al tavolo negli spazi all'interno e invece negli spazi esterni bisognerà tenerla quando non è possibile mantenere il distanziamento di almeno un metro. Il personale di servizio a contatto con il pubblico deve mantenere sempre la mascherina e deve provvedere ad una frequente igenizzazione delle mani così come i fotografi che dovranno sempre mantenere la mascherina qualora non riuscissero a rispettare la distanza di 1 metro dai soggetti fotografati.

 

Buffet

Se pensavate che il vostro matrimonio potesse essere rovinato da queste limitazioni potete tirare su un sospiro di sollievo, perchè sarà esattamente come lo immaginavate. Basterà rispettare queste regole. Il buffet, lo potrete fare purchè decidiate di farlo servire da un cameriere oppure optiate per un allestimento del food monoporzione confezionato. 

 

Misurazione temperatura

La misurazione della temperatura è a discrezione della location, nel decreto infatti non c'è nessun obbligo. Qualora il titolare della villa che avete scelto per festeggiare il vostro matrimonio decidesse di effettuare la misurazione della temperatura gli ospiti non si possono rifiutare di misurarla e qualora fosse superiore a 37,4 l'ospite dovrà lasciare la festa. Diversamente l'addetto al controllo sarebbe obbligato a chiamare le forze dell'ordine che interverrebbero tempestivamente. 

 

Ballo

Potrete però ballare, a distanza of course, ma potrete farlo. Preferibile una musica dal vivo con la band a distanza di almeno 3 metri dagli ospiti. Per quanto riguarda confetti, torta e bomboniere, vale la stessa regola (seppur con dinamiche diverse) del buffet. Quindi non può essere allestito niente di cibo che venga consumato senza un preconfezionamento monoporzione direttamente dalle persone. Quindi, sì alla wedding cake per le foto, ma finta e no alla confettata. 

Discoteche, Bob Sinclar: «Riapritele: possono salvare la vita, la musica è cura»

 

Guardaroba e coprifuoco

E per quanto riguarda il guardaroba, potrà essere usato, ma le giacche dovranno essere riposte in sacchetti singoli di plastica. 

Non saranno più gli stoici amici con i quali pensavate di fare l'alba ma a determinare la fine della festa sarà per questa stagione: il coprifuoco. 

Rinvii, preoccupazioni e timori non hanno più ragione di esistere, auguri. 


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 16 Giugno 2021, 10:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA