Roma, mistero sul “pollaio” più longevo della Capitale: nel terzo Municipio da anni ai disabili è negato un pezzo di marciapiede

Il caso in via Bencivenga

Mistero sul “pollaio” più longevo della Capitale, nel terzo Municipio da anni ai disabili è negato un pezzo di marciapiede

di Franca Giansoldati

In zona dicono sia il “pollaio” più longevo e resistente di tutta Roma, quasi un pezzo d'antiquariato, essendo stato sistemato e risistemato oltre cinque anni fa dagli addetti del Terzo Municipio su un tratto di marciapiede a via Bencivenga, strada a senso unico, piuttosto pericolosa, dove le auto arrivano a velocità sostenuta da via di Pietralata per immettersi sulla Nomentana.

Roma: boom di topi avvelenati dai residenti esasperati, all'Esquilino è una strage. «Troppa sporcizia, così non si vive più»

Il perché quella vistosa recinzione arancione - che che occupa praticamente tutto il passaggio dei pedoni costringendoli a camminare in mezzo alla strada - sia ancora al suo posto, resta un mistero. Nel corso degli anni sono stati effettuati diversi sopralluoghi dai Vigili Urbani ma il "pollaio" storico è rimasto sempre al suo posto. Nel frattempo attorno alla recinzione sono cresciute rigogliose piante di vario genere, dalle erbacce più comuni ma anche un rampicante che si è guadagnato metri e metri sull'asfalto, facendone quasi un tappeto erboso.

Roma, a Ponte Nomentano rifiuti e bivacchi. I residenti: «Degrado e odori terribili»

Ci sono pure cartelli con su scritto «Lavori in Corso», ma di lavori in corso nemmeno l'ombra, non ci sono mai stati e nessuno sa nemmeno perchè.

Gli interrogativi restano tanto nessuno fornisce spiegazioni ai cittadini, intanto però i disabili, gli anziani, le mamme in carrozzina che abitano nei palazzi di via Bencivenga non potendo transitare in sicurezza sul marciapiede sono costretti a sfidare la sorte in mezzo alla strada, di giorno e di notte, facendo attenzione a bus e auto che sfrecciano a velocità folli. Una sorta di roulette russa. La pazienza dei romani come si sa è proverbiale, si adattano a tutto e si affidano alla Provvidenza ogni volta che passano da quelle parti, senza il diritto di camminare in sicurezza. Nella speranza che non accada qualcosa di brutto. 

Roma, albero crolla sul parco giochi al Nomentano: da settimane i bambini non possono entrare


Ultimo aggiornamento: Venerdì 28 Luglio 2023, 11:11
© RIPRODUZIONE RISERVATA