Luca Zaia: «Veneto in zona gialla probabilmente da lunedì»

Luca Zaia: «Veneto, probabile zona gialla da lunedì»

«Il giallo è il nuovo scenario che probabilmente ci troveremo ad affrontare a partire da lunedì». È fiducioso il Presidente del Veneto Luca Zaia («non ho certezze, sto ragionando come ipotesi» puntualizza) sul fatto che la regione esca dai confini della zona arancione per entrare in quella giallo.

«Non ho la certezza ma è probabile che il Veneto andrà in zona gialla». Lo ha sottolineato il presidente della Regione Luca Zaia oggi nel corso del punto stampa. «Oggi è giornata di valutazioni delle Regioni da parte dell'Iss. In Veneto  abbiamo 29 giorni di calo delle curve, un calo repentino e da un certo punto di vista anche inspiegabile», ha riferito avvertendo che «Il giallo scatterebbe da lunedì». In ogni caso, il governatore del Veneto ha spiegato che «Non ci saranno in programma nuove ordinanze della Regione, ci adeguiamo alla zona che ci verrà attribuita - ha spiegato Zaia- ma, il nostro quadro epidemiologico non è un "liberi tutti", non si può pensare che sia finita», ha concluso.

«Sul fronte della mortalità siamo l'ottava regione in Italia, ovviamente facciamo parte di quelle regioni che hanno avuto più mortalità perchè abbiamo avuto una prima fase che ha pesato», ha detto Zaia.

«Lunedì il Veneto riparte con la didattica in presenza al 50% per le superiori. Iniziamo con tre settimane». Lo annuncia il Presidente del Veneto Luca Zaia, confermando che il Veneto vuole portare avanti una indagini epidemiologica in collaborazione con l'Università di Padova per valutare il livello di circolazione del virus. Il Governatore spiega poi che «verrà fatto, come già previsto, una modifica del piano di sanità pubblica che adegui il tema tamponi nelle scuole». Con tutta probabilità, sottolinea, «si tornerà al fatto che in presenza di un positivo si va in quarantena e si fa un tampone a tutta la classe».

Scuola superiore, si ritorna in presenza lunedì 1 febbraio per otto regioni. Ecco quali

Vaccini

«Ai primi di febbraio chiuderemo il primo giro di popolazione target, operatori sanitari e Rsa, dei vaccini, da metà febbraio poi si inizia con gli over 80 a partire dalla classe '41 (350mila persone), fatti quelli si va a scalare per età scendendo ai 70enni». Lo ha ricordato il presidente del Veneto, Luca Zaia oggi nel corso del punto stampa.

Stagione neve

«Secondo me il Dpcm per affrontare il tema della neve deve essere modificato ante il 15 febbraio». Lo sostiene il Presidente del Veneto Luca Zaia parlando della ripesa della stagione sciistica invernale. «Gli assessori si stanno incontrando - aggiunge - e stanno parlando di questo tema».

I parametri dell'Europa

«Siamo passati dal rosso scuro, al rosso e poi al verde in Europa». Lo dice il Presidente del Veneto Luca Zaia. «Ora il nostro tasso di incidenza è inferiore al 4% - spiega - siamo una delle poche aree europee con colore verde».

Covid Italia, bollettino oggi 28 gennaio: 14.372 casi e 492 morti. Giù ricoveri e terapie intensive. Tasso di positività al 5,2%

«Il Veneto è una del 4-5 aree d'Europa considerate verdi: il paradosso è che in 48 ore siamo passati nella mappa epidemiologica dal rosso scuro al verde». Lo dice il Presidente del Veneto Luca Zaia, sottolineando che «l'Europa potrà pensare di fare una classificazione quando si potrà dimostrare che i parametri sono uguali per tutti».


Ultimo aggiornamento: Sabato 30 Gennaio 2021, 08:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA