Governo, Giorgia Meloni: «Naturale la presenza della Lega in piazza con Fratelli d'Italia domani a Roma»

Giorgia Meloni  «Alla manifestazione in piazza Montecitorio, indetta da Fratelli d' Italia per lunedì alle 10.30, andremo solo con bandiere tricolori: sono invitati tutti i cittadini che vogliono dire che questo governo è una vergogna, un inganno e una truffa ai danni degli italiani. L'auspicio è che in piazza, insieme agli elettori del centrodestra, ci sia anche chi ha votato il Movimento 5 Stelle o il Pd e non vuole questo accordo».

Governo, l'ex-M5s Galantino scende in piazza con la Meloni

Lo ha detto in una intervista al Tg5 il presidente di Fratelli d' Italia, Giorgia Meloni. «Sono contenta che alla manifestazione abbiano aderito tante realtà e tante forze politiche. Considero abbastanza naturale la presenza della Lega e considererei naturale la presenza in piazza di tutto il centrodestra, perché le coalizioni e le alleanze si fondano anche sulla capacità di condividere dei percorsi. Da questo punto di vista l'opposizione sarà un banco di prova - continua il presidente di Fratelli d' Italia - Se il Conte-bis ricompatterà la coalizione? Questo si vedrà. Posso dire che Fratelli d' Italia è l'unico partito che è rimasto sempre allo stesso posto. Siamo rimasti lì e abbiamo presidiato il campo mentre c'era chi andava via per fare i patti con il Pd e chi andava via per fare i patti col M5S. Siamo contenti che oggi tutti tornino a casa o che dichiarino di volerlo fare: si riparte con un ruolo più centrale per Fratelli d' Italia, che ormai è il secondo partito della coalizione», conclude.

Ed ecco Giovanni Donzelli
«In principio l'idea era il sit-in. Ma strada facendo l'iniziativa di Fratelli d'Italia contro il governo Conte 2 è cresciuta spontaneamente: è diventata una manifestazione e una vera e propria maratona oratoria a cui parteciperanno non solo esponenti politici ma le associazioni e i cittadini». Lo dice all'Adnkronos il responsabile organizzativo di Fratelli d'Italia a proposito dell'evento di domani in piazza Montecitorio, in coincidenza con la seduta della Camera chiamata a votare la fiducia all'esecutivo di Giuseppe Conte.

«Abbiamo ricevuto riscontri - aggiunge - che ci fanno ritenere che la partecipazione sarà ampia e ben oltre i confini di Fdi, segno tangibile che l'appello di Giorgia Meloni ha fatto breccia non solo nel mondo politico ma nella gente. Domani saranno presenti molte organizzazioni impegnate nel volontariato, esponenti delle realtà imprenditoriali, e semplici cittadini: vorranno prendere la parola per esprimere il proprio dissenso e la volontà di partecipare alla protesta».

Sul numero di partecipanti è impossibile fare previsioni. La piazza e le strade limitrofe non possono contenere più di un migliaio di persone ma tutto lascia presagire che i partecipanti saranno di più. L'appuntamento è per le 10,30. Attorno a mezzogiorno dovrebbero tenersi gli interventi dal palco della leader Giorgia Meloni, del capo della Lega Matteo Salvini. Previsti, fra gli altri esponenti del centrodestra, Giovanni Toti e Gaetano Quagliariello.

 

Domenica 8 Settembre 2019, 17:24
© RIPRODUZIONE RISERVATA