Berlusconi, il pm del Ruby-ter: «È seriamente malato»

Berlusconi, il pm del Ruby-ter: «È seriamente malato, la sua posizione va temporaneamente stralciata»

«Silvio Berlusconi è seriamente malato e affetto da una patologia severa, lo dicono i certificati medici e le consulenze». Ad affermarlo non è la difesa dell'ex presidente del Consiglio e leader di Forza Italia, ma lo stesso pm del processo milanese sul caso Ruby-ter.

 

Leggi anche > Silvio Berlusconi dimesso, la foto prima di uscire dall'ospedale. Il San Raffaele: «Forte e in forma»

 

Il procuratore aggiunto Tiziana Siciliano ha infatti chiesto che la posizione di Silvio Berlusconi venga temporaneamente stralciata da quella degli altri imputati: «Io credo che Berlusconi stia male per davvero leggendo i certificati medici prodotti nel processo e anche prodotti da diversi consulenti in altri processi come Siena, non ho il minimo dubbio che situazione sia di particolare gravità e nulla fa presagire una situazione veloce». Per i pm, quindi, il processo deve andare avanti per tutti gli altri imputati e rimanere momentaneamente 'congelato' per l'ex presidente del Consiglio.

 

Leggi anche > Formigoni, il consiglio di garanzia del Senato conferma: «Restituire il vitalizio»

 

Alla richiesta del pm si è associata anche la difesa di Silvio Berlusconi, col legale Federico Cecconi che ha chiarito che per il Cavaliere è necessario un periodo «di riposo assoluto» con una struttura «domestica-ospedaliera» ad Arcore. I giudici devono decidere sulla richiesta della Procura.


Ultimo aggiornamento: Mercoledì 19 Maggio 2021, 10:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA