Tav, Di Maio: «Finché M5S sarà al governo non si farà, la vogliono le peggiori lobby»

Luigi Di Maio entra a piedi uniti sul tema Tav, aprendo una spaccatura fortissima con l'altro vicepremier Salvini. Il leader dei Cinquestelle non era mai statocosì chiaro come oggi: «Finche ci sarà il Movimento 5 Stelle al governo per quanto mi riguarda la Tav Torino-Lione non ha storia, non ha futuro». Di Maio ha parlato in diretta Facebook a Penne, in Abruzzo, dov'è per la campagna elettorale in compagnia di Alessandro Di Battista. «La Tav è a zero come cantieri.

 


«Le peggiori lobby di questo Paese vogliono che si inizi a fare la Tav, che è a zero come cantiere. Ma quando tutti i signori che in questi anni hanno sostenuto Renzi e Berlusconi stanno da una parte, il M5s sta dall'altra, dalla parte delle opere utili come la nuova metro a Torino, una linea Roma-Pescara, la Tav Palermo-Catania. Quando i signori dei grandi potentati che hanno ridotto il Paese in queste condizioni tifano per un'opera inutile come la Torino-Lione il M5s sta col popolo».
 
Accelerare cantieri. «Sono d'accordo sul velocizzare i cantieri: ho visto tanti appelli e io propongo subito un tavolo con l'associazione nazionale costruttori italiani per scrivere un decreto legge che velocizzi le procedure dei cantieri. Non possiamo smantellare il codice degli appalti con una legge ordinario. Dobbiamo farlo con urgenza. Acceleriamo i cantieri: non sono chiusi, semmai sono lenti, ma sono tutti aperti e stanno funzionando». Lo ha detto Luigi Di Maio, vicepremier e ministro dello Sviluppo economico, a Pende in Abruzzo.
Ultimo aggiornamento: 14:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA