M5S vuole abbassare l'Iva al 10% sui profilattici: «I giovani vanno tutelati»

M5S vuole abbassare l'Iva al 10% sui profilattici: «I giovani vanno tutelati»

È destinata a far discutere l'ultima proposta dei Cinquestelle. «Abbassare al 10% l'Iva sui profilattici». Lo propone in un disegno di legge il senatore del M5s Gaspare Marinello, di professione medico. Un'iniziativa, dice Marinello, che scaturisce dalla preoccupazione che il costo, considerato troppo alto, dei condom non ne favorisce l'uso: i dispositivi non obbediscono solo ad una necessità contraccettiva ma sono utilissimi anche contro le malattie sessualmente trasmissibili.

LEGGI ANCHE Pensioni, il piano per le uscite a 62 anni: sconto sul riscatto della laurea

«Malattie e infezioni - osserva Marinello - che sono ancora un'emergenza sanitaria. Dobbiamo tutelare i giovani visto che ormai si avvicinano alla sessualità sempre più precocemente». Per il senatore Marinello i preservativi costano troppo a causa, anche, dell'Iva al 22%. «Sono proprio i giovani tra 15 e i 24 anni - dice il parlamentare pentastellato - che rappresentano la fascia di età molto più esposta allo sviluppo di queste patologie: iI 93% dichiara di usare il preservativo per evitare gravidanze, ma appena il 74,5% lo fa per evitare infezioni e malattie a trasmissione sessuale.
Sabato 22 Settembre 2018 - Ultimo aggiornamento: 18:09
© RIPRODUZIONE RISERVATA
POTREBBE INTERESSARTI ANCHE..
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
DALLA HOME