Samantha Weinstein, attrice morta a 28 anni per un tumore alle ovaie: aveva recitato nel remake di "Carrie"

La giovane arista canadese lascia una sorella, il marito e i due genitori

Tumore alle ovaie, morta l'attrice Samantha Weinstein: la 28enne aveva recitato nel remake di "Carrie"

Dopo due anni e mezzo di battaglia con un tumore alle ovaie, si è spenta l'attrice canadese Samantha Weinstein. Aveva 28 anni. Weinstein era famosa per aver interpretato la liceale Heather nel remake di «Lo sguardo di Satana - Carrie» del 2013 diretto da Kimberly Peirce. Una foto è stata postata sulla pagina Instagram di Weinstein, con la didascalia: «Dopo due anni e mezzo di cure per il cancro e una vita passata a viaggiare in jet-set in tutto il mondo, a dare voce a una pletora di animali dei cartoni animati, a fare musica e a conoscere la vita più di quanto la maggior parte delle persone potrà mai fare, è partita per la sua prossima avventura».

Tina Turner, come è morta davvero? Due mesi fa l'ammissione sulla malattia: «Mi sono messa in grave pericolo»

Chi era Samantha Weinstein

Samantha Weinstein lascia la sorella Sabrina, il marito Michael Knutson e i genitori David e Jojo Weinstein. Nata il 20 marzo 1995 a Toronto, la Weinstein ha avuto un ruolo di spicco interpretando una ragazzina, Josephine, in «Big Girl», che ha vinto il premio per il miglior cortometraggio canadese al Toronto Film Festival nel 2005 e ha fatto vincere alla giovanissima attrice di soli 10 anni il trofeo Actra per la migliore interpretazione femminile nello stesso anno.

Ha interpretato anche il ruolo di Brooke nel film drammatico indipendente «Reign» (2015) e il ruolo di una giovane Hagar nell'adattamento del romanzo di Margaret Laurence «The Stone Angel» (2007) della regista Kari Skogland, interpretato anche da Ellen Burstyn e Dylan Baker. È apparsi nei film «Siblings», «The Rocker - Il batterista nudo», «Toronto Stories», «Nat e il segreto di Eleonora», «Haunter».

I crediti televisivi della Weinstein includono ruoli in «Being Erica», «Angry Angel», «L'altra Grace», «Copper» e «Darknet» del regista Vincenzo Natali.

Ha inoltre svolto un'intensa attività di doppiatrice, anche per serie animate. La Weinstein si era fatta conoscere, inoltre, come cantautrice e chitarrista principale della band garage rock di Toronto Killer Virgins.


Ultimo aggiornamento: Venerdì 26 Maggio 2023, 11:46
© RIPRODUZIONE RISERVATA