Meghan e Harry, chi è il razzista nella famiglia reale? Ecco perché non hanno fatto nomi

Video
di Riccardo De Palo

Meghan Markle e il principe Harry non hanno deciso a cuor leggero di accusare un membro della casa reale britannica di razzismo, nella loro ormai arcinota intervista a Oprah Winfrey. Ma anche la decisione di non nominare l’accusato è stata molto combattuta. Ora, secondo Omid Scobie, autore della loro biografia non autorizzata (che ora tornerà aggiornata in libreria con gli ultimi sviluppi, trapela la ragione di questa loro decisione. 

 

Lady Diana, il 31 agosto 1997 la morte: così la principessa ribelle diventò leggenda

 

Meghan e Harry, chi è il razzista nella famiglia reale? 

I fatti sono noti. Nel giardino della loro casa californiana, un reale di rango, un “senior royal” - non la regina il principe Filippo, ha precisato Oprah - avrebbe fatto commenti razzisti a proposito del colore della pelle di Archie, quando Meghan era ancora in attesa del suo primo figlio. Di qui la crisi che ha portato al successivo “gran rifiuto” di Harry e alla fuga della coppia da Londra e dagli obblighi della monarchia. 

 

 

Il retroscena dell'intervista a Oprah

La decisione di non nominare la persona accusata di commenti razzisti è stata molto criticata, perché getta ombre su tutta la famiglia reale nel suo complesso. Ma, secondo il libro aggiornato di Scobie, “Finding Freedom” (pubblicato in Italia con il titolo “Libertà” da HarperCollins), la ragione di questa scelta è stata prettamente strategica: accusare direttamente qualcuno, evidentemente una persona molto influente a corte, sarebbe stato “troppo dannoso” per loro. 

 

A posteriori, però, la coppia ha valutato la risposta della regina ancora senza conseguenze. Quando, a 36 ore dalla sparata, Elisabetta ha risposto con un comunicato ufficiale dai toni concilianti, dichiarando di essere “rattristata” dalle accuse ma specificando anche che, “seppure i ricordi sull’accaduto possano essere diversi”, a seconda delle persone coinvolte, la famiglia reale si sarebbe fatta carico della questione. 

 

Ora Harry e Meghan potrebbero alzare il tiro

Da allora, però, non è successo nulla. E Meghan e Harry si sono chiesti se sia stato effettivamente utile, arrivare a questo scontro aperto, senza ottenere giustizia. Secondo Scobie, uno dei pochi giornalisti che hanno la fiducia della coppia (anche se il suo libro non è autorizzato), il duca e la duchessa di Sussex sarebbero infuriati con l’”istituzione”, ovvero la monarchia, e non con la regina. Che deve muoversi con grande circospezione: le accuse di pedofilia rivolte al principe Andrea hanno causato un duro colpo al prestigio della famiglia reale, e se c’è una cosa da evitare a tutti i costi è proprio un nuovo scandalo.

 

Nei fatti il nome della persona accusata non è mai uscito, anche se qualcuno (come la controversa autrice Lady Colin Campbell) ipotizza il nome dell'unica figlia femmina della regina, la principessa Anna. A parere della signora, nota anche come Lady C, si sarebbe però trattato "soltanto di un malinteso". La stessa Campbell sostiene anche che fu proprio Anna a consigliare Harry di non sposare Meghan.

 


Ultimo aggiornamento: Sabato 28 Agosto 2021, 14:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA