Va in pensione Ilda Boccassini, storico pm di Milano

video
Ancora 3 mesi di servizio e poi il Tribunale di Milano saluterà Ilda Boccassini, pm storico delle aule di corso di Porta Vittoria. Nata a Napoli nel 1949, entra in magistratura, con funzioni effettive, già a 30 anni, prestando servizio inizialmente alla Procura della Repubblica di Brescia e ottenendo poco dopo il trasferimento alla Procura della Repubblica di Milano. Quasi subito il suo arrivo nel capoluogo lombardo, lavora a molti casi di criminalità organizzata, divenendo in breve tempo uno dei più influenti giudici in servizio ad occuparsene.

LEGGI ANCHE Ruby, Bruti Liberati: a Ilda Boccassini attacchi vergognosi

Negli anni ha indagato e lavorato su processi come quelli delle stragi di Capaci e via D'Amelio, oltre che sui casi dallo Sme all'Imi-Sir, fino ai giudizi sul più recente caso Ruby.

Nel pool dell'inchiesta Mani pulite subentrò ad Antonio Di Pietro che si era dimesso dalla magistratura il 6 dicembre del 1994: con i colleghi Gherardo Colombo, Piercamillo Davigo, Armando Spataro e Francesco Greco seguì in  particolare gli sviluppi delle inchieste riguardanti Silvio Berlusconi e Cesare Previti.


Andrà in pensione l'8 dicembre, un giorno dopo il suo 70esimo compleanno, quando avrà raggiunto il limite di età massimo ma, già la prossima settimana, il plenum del Csm ne prenderà atto, approvando il provvedimento di collocamento a riposo a decorrere da dicembre. 

LEGGI ANCHE Boccassini al Csm: «Nessuna irregolarità sulle inchieste Expo e Ruby»
 
Ultimo aggiornamento: Venerdì 6 Settembre 2019, 16:25
© RIPRODUZIONE RISERVATA