Gérard Depardieu e i commenti sessisti (anche su una bimba di 10 anni a cavallo): spunta il video inedito

L'attore senza freni durante un viaggio in Corea del Nord nel 2018. Le immagini del documentario finora mai trasmesso prima

Depardieu e i commenti sessisti (anche su una bimba di 10 anni a cavallo): spunta il video inedito

Gérard Depardieu di nuovo nei guai. Nel programma "Complément d'enquete" in onda ieri su France 2 sono andati in onda alcuni estratti di un documentario (mai visto né trasmesso prima) girato dal regista francese Yann Moix quando nel 2018 l'attore francese era stato in Corea del Nord per le celebrazioni dei 70 anni del regime di Pyongyang. Immagini inedite, che sarebbero potute finire nel dimenticatoio. Ma che da ieri hanno fatto parecchio rumore in Francia e non solo, a causa di alcuni commenti sessisti decisamente fuori luogo. 

I commenti sessisti di Depardieu in Corea del Nord

Nel video la stessa interprete scelta per accompagnare Depardieu in Corea del Nord è oggetto di avance e commenti sessisti. Visitando un maneggio, lui le dice che «le donne adorano andare a cavallo, hanno il clitoride che struscia sul pomello della sella.

Sono delle grandi putt...». Guardando poi una bimba di dieci anni a cavallo, aggiunge: «Se il cavallo va al galoppo, lei gode». Poi suggerisce all'interprete di darsi all'ippica. «Fa benissimo», sottolinea Depardieu, aggiungendo che le donne che praticano l'equitazione «amano moltissimo anche... altro». Depardieu sembra non abbandonare mai il registro sessuale. Dopo essersi pesato su una bilancia, annuncia all'interprete: «Centoventiquattro (kg), 124 cara! E non ho nemmeno un'erezione. In erezione: 126!». E ancora: «Qui è tutto di legno, come il mio c... Ho una trave nelle mutande». Poi la richiesta di una foto insieme per «toccare il culo» dell'interprete.

Le accuse

Almeno sedici donne hanno accusato l'attore dal doppio passaporto francese e russo di violenze sessiste e sessuali. Depardieu è inoltre indagato dal 2020 per stupro e aggressioni sull'attrice, Charlotte Arnould, che testimonia a sua volta in "Complement d'Enquete". È stato accusato più di recente anche dall'attrice Hélène Darras, per una presunta aggressione sessuale perpetrata nel 2007, durante le riprese del film Disco.


Ultimo aggiornamento: Venerdì 8 Dicembre 2023, 16:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA