Si allontana dopo l'incidente: muore cadendo da 15 metri

Si allontana dopo l'incidente: muore cadendo da 15 metri

SEZZE
Ventitré interminabili ore di attesa, poi la tragica scoperta. Il corpo di Giampiero Peloso, 54enne di Sezze, è stato ritrovato senza vita nel primo pomeriggio di ieri in una zona collinare nota come Arnalo dei Bufali, tra Sezze Scalo e il quartiere Ceriara. Di lui si erano perse le tracce nel pomeriggio di giovedì, quando, dopo un piccolo incidente, si era dato alla fuga a piedi verso la montagna. Nello specifico, stando a quanto riportato dai testimoni, intorno alle 14:40, la Hyundai Atos rossa guidata dal 54enne si sarebbe scontrata frontalmente con un autotreno, lungo il nuovo tratto della 156. Un incidente, tutto sommato, di poco conto, da cui entrambi i guidatori sarebbero usciti totalmente illesi. Lo stesso 54enne, infatti, a detta dell'autista dell'autotreno, sembrava star bene, per lui solo un grande spavento, tant'è che il camionista gli aveva offerto dell'acqua che teneva a bordo del mezzo. Il tempo di andare a prendere la bottiglietta e Giampiero sarebbe sparito, dandosi alla fuga a piedi verso la montagna adiacente. Non è chiaro quale sia stato il motivo che abbia spinto il 54enne a reagire in quel modo, forse lo shock causato dall'incidente, forse uno stato confusionale pregresso o un improvviso malore. Per 23 lunghe ore i familiari del 54enne e tutta la comunità setina hanno continuato insistentemente a porsi queste domande, attivandosi in ogni modo per tentare di riportare a casa l'uomo. Le operazioni di ricerca sono cominciate immediatamente, con diverse squadre della Protezione Civile, la Polizia Locale, i Vigili del Fuoco e i Carabinieri di Sezze e di Latina, che, senza sosta, hanno perlustrato le zone di montagna che lo stesso Giampiero, cacciatore esperto, conosceva come le sue tasche. Il 54enne, che nella vita faceva l'autista di scuolabus, era molto conosciuto e amato dalla comunità setina, tanto che in moltissimi si sono attivati con cavalli, droni e altri mezzi utili a perlustrare il territorio per tentare di scovarlo. I militari del nucleo operativo di Latina erano già pronti ad avvalersi anche dell'aiuto della squadra cinofila ma le ricerche sono terminate, nel peggiore dei modi, prima che si rendesse necessario l'intervento dei cani molecolari. Il corpo dell'uomo è stato infatti ritrovato intorno alle 13:30 di ieri, a circa 200 metri di distanza dal luogo del sinistro stradale. Stando alle prime ricostruzioni, sembrerebbe che il 54enne si sia spinto fino in cima alla piccola collinetta dove, volontariamente o accidentalmente (questo verrà, con ogni probabilità, chiarito dalle indagini degli inquirenti) sarebbe precipitato per oltre 15 metri, prima di atterrare su un terreno impervio, pieno di massi affilati. Giampiero, sposato da tanti anni e padre di una ragazza adolescente, era noto in città per la sua cordialità e simpatia. Cruciale sarà l'esame autoptico disposto dall'autorità giudiziaria, affinché sia fatta assoluta chiarezza sul caso.
Francesca Leonoro
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ultimo aggiornamento: Sabato 16 Gennaio 2021, 05:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA