«Virus creato in laboratorio». Ma non è il Covid-19

«Virus creato in laboratorio». Ma non è il Covid-19

Marco Esposito
Ha viaggiato su tutti i telefoni d'Italia alla velocità della luce. Saltando di smartphone in smartphone, creando un clamore che ha invaso i social network, intasato le mail dei giornalisti e causando squilli all'impazzata dei centralini delle redazioni.
A creare tanto sconcerto è stato un servizio della rubrica della TgR della Rai, Leonardo, andato in onda il 16 novembre del 2015. Nel video, che visto in questi giorni è piuttosto inquietante, si racconta della creazione da parte di alcuni scienziati cinesi di un vero e proprio supervirus polmonare. Poi in serata è arrivata la precisazione della comunità scientifica, che ha ribadito che il Sars-Cov-2 ha origini naturali.
In studio il conduttore, lanciando il servizio, spiega: «Si tratta di una proteina presa dai pipistrelli e innestata sul virus della Sars - la polmonite acuta - ricavato dai topi e ne esce un supervirus che potrebbe colpire gli uomini».
Nel servizio si approfondisce il tema: si parla di una proteina innestata su un «coronavirus trovato nei pipistrelli su un virus che provoca la Sars» Poi si aggiunge: «L'ibrido è adatto ad attaccare l'uomo: una precisa molecola (shco14) permette al coronavirus di attaccarsi alle nostre cellule respiratorie scatenando la sindrome».
E ancora: «Secondo i ricercatori inoltre l'organismo può contagiare l'uomo senza passare per una specie intermedia come il topo». Nella serata di ieri, comunque, sono arrivate le precisazioni. Prima è intervenuto Alessandro Casarin direttore della TgR Rai, che ha spiegato che «il servizio andato in onda nella rubrica Leonardo' è tratto da una pubblicazione della rivista Nature. Proprio tre giorni fa la stessa rivista ha chiarito che il virus di cui parla il servizio, creato in laboratorio, non ha alcuna relazione con il virus naturale Covid-19». E anche il virologo Pregliasco, ai microfoni di AdnKronos Salute pur ammettendo che il servizio è in effetti «fa impressione», ha ribadito che il «Sars-Cov-2 ha avuto un'origine naturale»
riproduzione riservata ®

Ultimo aggiornamento: Giovedì 26 Marzo 2020, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA