USA, GUERRA DI MAFIA

Dopo oltre trent'anni nella criminalità statunitense potrebbe riaprirsi una faida fra le varie famiglie. E a scatenarla potrebbe essere l'omicidio di Francesco Calì, ucciso con sei colpi di pistola all'ingresso della sua villa a Staten Island, lussuosa area nello stato di New York.
Frankie Boy, come era noto nell'ambiente della Mafia americana, aveva 53 anni e il suo omicidio sarebbe il primo dopo una tregua che durava dal 1985. Secondo quanto raccontato da alcuni testimoni, a sparare sarebbe stato un uomo che poi sarebbe fuggito a bordo di una berlina blu. Non prima di essere passato sul cadavere dell'uomo con la vettura. Per le autorità americane poi il movente dell'omicidio risulta ancora ignoto, anche perché Frankie Boy aveva solo una condanna sulla sua fedina penale: l'uomo, originario della Sicilia e marito della nipote di John Gambino, era stato condannato a 16 mesi per estorsione nel 2008. Eppure sembra proprio che Calì fosse il capo della famiglia Gambino dal 2015. (L. Cal.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA