STOP AL CONCERTO DI JENNIFER LOPEZ

STOP AL CONCERTO DI JENNIFER LOPEZ

Era un sabato sera d'estate più affollato del solito nel cuore di New York, perché il 13 luglio c'è lo spettacolo del Manhattanhenge, quando il sole al tramonto si allinea con le strade tra i grattacieli di Midtown. Ma all'improvviso è stato il caos: un blackout ha colpito gran parte dell'isola proprio all'imbrunire, e la prima cosa ad andare in tilt è stata la rete della metropolitana. Mentre in superficie, saltati i semafori, il traffico si è subito paralizzato, con il governatore dello Stato, Andrew Cuomo, costretto a inviare gli uomini della Guardia nazionale per fare ordine. Le zone di Manhattan interessate sono state soprattutto quella di Midtown e l'Upper West Side.
In uno scenario unico, Times Square e l'Empire State Building sono rimasti al buio, così come l'iconica insegna del Radio City Music Hall e le luci dei teatri di Broadway, a quell'ora pieni di spettatori per una delle serate più gettonate dell'anno. Mentre dal Lincoln Center e dal Madison Square Garden, dove stava per iniziare un concerto di Jennifer Lopez, sono state evacuate migliaia di persone, per fortuna senza incidenti. Tante poi le chiamate ai vigili del fuoco per la gente rimasta intrappolata negli ascensori dei grattacieli.

Lunedì 15 Luglio 2019, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA