Spalletti: «Tocca a Lautaro Martinez»

Massimo Sarti
MILANO - Tanto Mauro Icardi e poco Rapid Vienna nella conferenza dell'Allianz Stadion. Troppo poco per Luciano Spalletti che, all'ennesima domanda sull'argentino ha cominciato a parlare di «palla tonda e campo rettangolare. Finché non cambiano le misure con il 4-2-3-1 ci stiamo bene dentro». Il tecnico nerazzurro si è stufato, ma poco prima aveva fatto una precisazione non da poco, chiarendo che era stato Icardi a tirarsi fuori dalla trasferta. Togliere la fascia di capitano all'attaccante rosarino «è stata una decisione difficile e dolorosa. Assolutamente condivisa da tutte le componenti e presa esclusivamente per il bene dell'Inter e della squadra», ha dichiarato Spalletti. «Poi questa è una risposta a quanto alludevo dopo Parma, dove sono stato male interpretato: io non mi occupo di contratti, era però evidente che c'erano delle cose che andavano messe a posto anche perché la reazione di oggi (di ieri, ndr) lo evidenzia. Di conseguenza, queste cose poi hanno messo e mettono in imbarazzo la squadra di cui era capitano e la società».
Infine, dall'allenatore, il tentativo di virare sul Rapid, sull'andata dei sedicesimi di Europa League: «Vogliamo continuare a usare Icardi per le sue qualità. Non lo avremo a disposizione per questa gara, ma ci sarà Lautaro Martinez, altrettanto forte».

Giovedì 14 Febbraio 2019, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA