Coronavirus, più tamponi e più contagiati: perché la curva sale e scende
di Simone Pierini

Coronavirus, più tamponi e più contagiati: perché la curva sale e scende

Più che una curva sembra un'onda: sale e scende, come quando si sta sull'ottovolante. Di sicuro aumentano i tamponi.
Il trend del contagio, secondo la Protezione civile, è tornato a crescere con 4.492 nuovi casi rispetto a mercoledì. La Lombardia, ad esempio, ha fatto segnare 2.443 casi in più (849 solo a Milano).

Leggi anche > Coronavirus, scuola troppo a distanza: difficoltà per le videolezioni e studenti senza guida

Superate anche le 8 mila vittime dall'inizio dell'emergenza. Questo, seppur in attesa della certificazione dell'Istituto Superiore di Sanità, è l'unico dato difficilmente interpretabile.
Ma siamo realmente tornati a salire? Il direttore vicario dell'Organizzazione mondiale sanità, Ranieri Guerra, ha confermato in realtà «una discesa costante». Analizzando i numeri, infatti, salta all'occhio l'aumento di tamponi effettuati: dai circa 17 mila di una settimana fa si è passati agli oltre 36 mila di ieri. Più del doppio. Ma più si cercano contagi più se ne trovano, specie tra coloro che non soffrono particolari patologie. Negli ultimi due giorni l'aumento delle terapie intensive è inferiore ai precedenti due (216 contro 390) così come è cresciuto il numero dei guariti.



Allo stesso modo però sono aumentati i ricoverati con sintomi meno gravi (2816 in due giorni contro i 2109 dei precedenti due). In 24 ore è salito, invece, il valore degli asintomatici, probabile conseguenza proprio dell'aumento dei tamponi.
Sugli effetti del lockdown, Ranieri Guerra ha affermato che «dipende dai comportamenti che abbiamo avuto due settimane fa». Ed è anche ciò che ha riferito più volte il presidente dell'Istituto Superiore di Sanità, Silvio Brusaferro. Ciò che avviene oggi condizionerà un futuro distante circa due settimane. Per questo si spera di intraprendere nei prossimi giorni la discesa decisiva verso la sconfitta del Covid-19.
riproduzione riservata ®
Ultimo aggiornamento: Venerdì 27 Marzo 2020, 10:50
© RIPRODUZIONE RISERVATA