Simone Pierini
«Non vogliamo cancellare il Natale, ma lo vogliamo più

Simone Pierini
«Non vogliamo cancellare il Natale, ma lo vogliamo più sicuro per tutti. Le celebrazioni non devono diventare eventi superdiffusori del Covid». Da Bruxelles arrivano le indicazioni ai Paesi dell'Unione europea per le festività. Nessun obbligo - chiarisce la commissaria Ue alla Salute, Stella Kyriakides - ma raccomandazioni per un approccio comune a livello europeo. L'invito è di «introdurre o mantenere il coprifuoco notturno» e di fornire «consigli sugli ospiti serali e per le visite alle famiglie». La Ue consiglia di evitare anche la messa di Natale e di sostituire le cerimonie religiosi con eventi online, radio o tv. In ogni caso, celebrazioni senza cori cantati.
Chi vuole partecipare a eventi sociali, dovrebbe osservare almeno 7 giorni di auto-quarantena. L'obiettivo è evitare spazi chiusi e affollati. Sullo sci, la commissaria Kyriakides ha voluto ricordare quanto avvenuto a febbraio e marzo, quando molti «al ritorno dalla settimana bianca portarono a casa il virus». Evitare inoltre gli spostamenti con l'uso di bolle domestiche, ovvero incoraggiare a trascorrere i giorni dei festeggiamenti con le stesse persone e ridurre ulteriori contatti.
Infine, sul tema scuola, l'idea europea è quella di «allungare le vacanze e introdurre un periodo di didattica a distanza, per creare un cuscinetto temporale ed evitare di portare i contagi agli studenti in classe».
riproduzione riservata ®


Ultimo aggiornamento: Giovedì 3 Dicembre 2020, 05:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA