Mattia Briga su Leggo: «Una Lady Gaga per l'inno di Mameli»
di Mattia Briga

Mattia Briga su Leggo: «Una Lady Gaga per l'inno di Mameli»

Se c'è un settore in cui gli americani sono avanti anni luce a tutto il resto del mondo, è l'intrattenimento inteso come spettacolo, ossia il saper regalare al pubblico un momento di piacere e di pathos attraverso l'arte.
La differenza sta nella formazione, nel talento e nello sviluppo delle doti dei performer.
Le immagini che hanno fatto il giro del globo in questi giorni, riguardanti la cerimonia d'insediamento di Biden alla Casa Bianca in qualità di nuovo Presidente degli Stati Uniti, ci hanno dimostrato come un inno nazionale, interpretato in maniera magistrale, possa diventare una canzone dei tempi moderni.
Lady Gaga, con la sua voce e la sua sensibilità, ha saputo trasformare The Star-Spangled Banner' in una dolcissima dedica d'amore pop al suo paese, conferendogli quella magia artistica di cui lei stessa è portatrice e custode, come quando in Shallow' aveva accolto sul suo palco un Bradley Cooper visibilmente emozionato facendolo sembrare un cantante per tutta la durata dell'esibizione.
Attendiamo la risposta italiana alla prossima finale di coppa nazionale, quando capiremo chi si presenterà sul campo a intonare l'inno di Mameli.


Ultimo aggiornamento: Venerdì 22 Gennaio 2021, 15:24
© RIPRODUZIONE RISERVATA